Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Impresa e sviluppo

 

Vai al sito Cultura e società

 

Vai al sito Natura e ambiente

 

Vai al sito Turismo e tempo libero

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Le canzoni del portale Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cantautori (continua)

"Amen" 

Il testo di Bandiera Rossa (Avanti Popolo!)

Francesco Gabbani

 

Nel mondo di De André

La più bella canzone anarchica

"Dolcenera"

Fabrizio De André

Cantautori

"A muso duro"
Pier Angelo Bertoli
"Adagio"
Lara Fabian

"Che il Mediterraneo sia"

Eugenio Bennato

"Amen"

Francesco Gabbani

"La storia siamo noi"

Francesco De Gregori

"Occidentali's Karma"

Francesco Gabbani

Sottofondi

"Toccata in la per arpa sola"

Pietro Domenico Paradisi 

"Pastime With Good Company", "Passatempo in buona compagnia"

Henry Tudor

"Romance de amor", "Romanza d'amor"

Anonimo 

"Concierto de Aranjuez", "Concerto d'Aranjuez"

Antonio Rodrigo

"Boléro", Bolero"

Maurice Ravel

Cantico delle Creature, Laudes Creaturum

Francesco da Assisi

Un posto a sé

"Nun me romp er ca'!"

Gigi Proietti

 

Pagina di origine

Fabrizio Cristiano De André – Uomo, poeta, anarchico

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Al Libro dei Visitatori

 

Cantautori (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  "Amen"
                               

 

 

 

 

 

 

 

(Abbi pazienza ed aspetta il caricamento dell'audio:
dipende anche dalla qualità della tua connessione...)

 

 

 

 

 

 

 

Il testo di "Amen"

 

 

 

 

 

 

Alla porta i Barbari
nascondi provviste e spiccioli
sotto la coda, sotto la coda, sotto la coda


I trafficanti d'organi

e le razzie dei Vandali
sono di moda, sono di moda, sono di moda
 


Un visionario mistico all'università
mi disse:
"L'utopia ci salverà!"


Astemi in coma etilico per l'infelicità
la messa è ormai finita

"Figli andate in pace!"


Cala il vento - nessun dissenso - di nuovo tutto tace
 


E allora
Avanti Popolo!, che spera in un miracolo,

elaboriamo il lutto con un amen... (Amen!)


Dal ricco col
look ascetico al povero di spirito
dimentichiamo tutto con un amen,
(Amen!), amen, amen!
 


Il portamento atletico
il trattamento estetico
sono di moda, sono di moda, sempre di moda


Ho l'abito del monaco,

la barba del filosofo,

muovo la coda, muovo la coda, colpo di coda
 


Gesù si è fatto agnostico,

i killer si convertono
qualcuno è già in odor di santità
 

La folla è in coda negli store dell'inutilità
l'offerta è già finita

"Amici andate in pace!"

Cala il vento - nessun dissenso - di nuovo tutto tace


 

E allora Avanti Popolo!, che spera in un miracolo,

elaboriamo il lutto con un amen... (Amen!)


Dal ricco col
look ascetico al povero di spirito
dimentichiamo tutto con un amen
:
(Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!)
dimentichiamo tutto con un amen...
(Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!)
dimentichiamo tutto con un amen!
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E l'uomo si addormento e nel sogno creò il mondo.


Lì viveva in armonia con gli uccelli del cielo ed i pesci del mare
e la terra spontanea donava i suoi frutti in abbondanza:
non vi era la guerra, la morte, la malattia, la sofferenza...
 

Poi si svegliò!
 


E allora
Avanti Popolo!, che spera in un miracolo,

elaboriamo il lutto con un amen (Amen!)


Dal ricco col
look ascetico al povero di spirito
dimentichiamo tutto con un amen:

Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!)
dimentichiamo tutto con un amen...

(Amen!) amen (Amen!) amen (Amen!)
dimentichiamo tutto con un amen!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il testo di Bandiera Rossa (Avanti Popolo!)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avanti o Popolo, alla riscossa
Bandiera rossa, bandiera rossa
Avanti o Popolo, alla riscossa
Bandiera rossa trionferà.
 

 

Forward people, to the rescue
Red flag, red flag
Forward people, to the rescue
Red flag will triumph.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Evviva il Socialismo della Libertà!

 

 

Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Long live Socialism and Freedom!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Degli sfruttati l'immensa schiera
La pura innalzi, rossa bandiera
O proletari, alla riscossa
Bandiera rossa trionferà.
 

 

The exploited's immense formation
Raises the pure, red flag
Oh proletarians, to the rescue
Red flag will triumph.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Il frutto del lavoro a chi lavora andrà.

 

 

Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
The fruits of labor will be for he who works!
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dai campi al mare, alla miniera
All'officina, chi soffre e spera
Sia pronto è l'ora della riscossa
Bandiera rossa trionferà.
 

 

From the country to the sea, to the mine
To the workshop, those who suffer and hope
Be ready, it's the hour of vengeance
Red flag will triumph.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Soltanto il Socialismo è vera Libertà.

 

 

 

Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Only Socialism is true Freedom.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non più nemici, non più frontiere
Sono i confini rosse bandiere
O socialisti, alla riscossa
Bandiera rossa trionferà.
 

 

No more enemies, no more frontiers
The borders are red flags
Oh socialists, to the rescue
Red flag will triumph.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Nel solo Socialismo è Pace e Libertà.

 

 

Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Only in Socialism is there Peace and Freedom.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Falange audace cosciente e fiera
Dispiega al sole rossa bandiera
Lavoratori alla riscossa
Bandiera rossa trionferà.
 

 

Bold, conscious and proud ranks
Unfurl the red flag in the sun
Workers to the rescue
Red flag will triumph.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Bandiera rossa la trionferà
Evviva il Comunismo della Libertà!

 

 

 

Versione originale

Musica popolare lombarda della tradizione socialista e in seguito anche comunista dei lavoratori italiani fin da metà Ottocento, unico inno della classe operaia italiana con radici in un precedente canto repubblicano

Testo di Carlo Tuzzi del 1908

 

Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Red flag will be triumphant
Long live Communism and Freedom!

 

 

 

Bandiera Rossa è stata tradotta per marxists.org da Clara Statello e Mitchell Abidor in Red Flag

 

Bandiera Rossa was translated for marxists.org by Clara Statello and Mitchell Abidor into Red Flag

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandiera Rossa

(Avanti Popolo!)

 

 

(Abbi pazienza ed aspetta il caricamento dell'audio:
dipende anche dalla qualità della tua connessione...)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesco Gabbani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francesco Gabbani è un cantautore e polistrumentista toscano. Nasce a Carrara (MS) il 9 Settembre del 1982 e si avvicina al mondo della musica da piccolissimo complice anche il fatto che la sua famiglia possiede l’unico negozio di strumenti musicali della città.

 

All’ età di 4 anni inizia a battere i primi colpi di batteria, a 9 anni incomincia a studiare la chitarra e trascorre poi l’adolescenza in un vortice emozionale che gli fa capire che esprimersi con la musica è la sua ragione di vita.

 

 

 


A 18 anni firma il suo primo contratto discografico che lo porta, con il progetto TRIKOBALTO, a registrare un album prodotto da Alex Neri e Marco Baroni dei Planet Funk.

I video dei due singoli estratti dal disco entrano in rotazione sulle principali Tv Musicali ( MTV, All Music, RockTV...) e portano i TRIKOBALTO a suonare nei più importanti festival italiani tra i quali l’HEINEKEN JAMMIN FESTIVAL, a partecipare alle serate targate RockTV e anche ad aprire, al BlueNote di Milano, l’unica data italiana degli OASIS.
 


Nel 2010, sulla scia del successo del primo disco, arriva per i Trikobalto il secondo album.

 

Il disco è prodotto da Marco Patrignani.

All’uscita del disco segue un tour in Francia e la realizzazione del video di “Preghiera Maledetta”.

 

I Trikobalto vengono scelti come supporter dell’unica data italiana degli STEREPHONICS e sono tra gli ospiti al PALAFIORI di SANREMO durante l’edizione 2010 del Festival.
 


Nella primavera del 2010, Francesco decide di lasciare la band e firma un nuovo contratto discografico per la realizzazione del suo primo progetto solista.

Nell'estate 2011, esce il singolo "ESTATE" e, in autunno, il videoclip di "MALEDETTO AMORE " brano tratto dalla colonna sonora del film “L'AMORE FA MALE " di Mirca Viola.
 


Nel 2013, esce il suo primo album ufficiale “GREITIST IZ” , dal quale vengono estratti i singoli “I dischi non si suonano” e “Clandestino”.

Nel 2015, Francesco inizia a collaborare con BMG Rights Management (Italy) in qualità di autore e firma un contratto di esclusiva.
 


Ad ottobre 2015, BMG Rights Management (Italy) presenta Francesco alle selezioni di Sanremo Giovani con il brano “AMEN”.

Selezionato dalla giuria di Sanremo Giovani, Francesco supera le selezioni del 27 novembre, in diretta su Rai1, ed è ufficialmente tra gli 8 artisti che parteciperanno all’edizione 2016 del Festival di Sanremo, nella categoria Nuove Proposte.
 


“Amen”, brano scritto a quattro mani con Fabio Ilacqua, rappresenta appieno il mondo musicale di Gabbani. Dietro ad una semplice freschezza melodica si cela infatti una sarcastica intenzione a sollecitare riflessioni sul modo di vivere dei nostri tempi.

Il 12 Febbraio 2016 vince il Festival di Sanremo - Categoria Giovani con il brano "Amen", oltre al Premio della Critica (Categoria Giovani) e il Premio Sergio Bardotti come miglior testo di tutto il Festival (Giovani e Big), condiviso con il co-autore Fabio Ilacqua.
 


Nella stessa data esce, per BMG Rights Management (Italy), “Eternamente Ora” il nuovo disco composto da otto tracce inedite, prodotto da Patrizio “Pat” Simonini e registrato al Kaneepa Studio di Milano.

 

Un disco importante, che segna una svolta nella carriera artistica di Francesco e che rappresenta appieno il nuovo viaggio che ha intrapreso e che lo porterà, come prima tappa, sul palco dell’Ariston.

 

 

(Da francescogabbani.org)