Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Impresa e sviluppo

 

Vai al sito Cultura e società

 

Vai al sito Natura e ambiente

 

Vai al sito Turismo e tempo libero

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Le canzoni del portale Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cantautori (continua)

"Che il Mediterraneo sia"

Il testo

 

Nel mondo di De André

Cantautori

"A muso duro"

Il testo
Pier Angelo Bertoli
"Adagio"

Il testo

"Che il Mediterraneo sia"

Il testo

Il contesto dell'album

Il contesto della canzone

Eugenio Bennato

"Amen"

Francesco Gabbani

"La storia siamo noi"

Francesco De Gregori

"Occidentali's Karma"

Francesco Gabbani

Sottofondi

Un posto a sé

 

Pagina di origine

Fabrizio Cristiano De André – Uomo, poeta, anarchico

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Al Libro dei Visitatori

 

Cantautori (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Che il Mediterraneo sia”

   

 

                           

 

 

 

 

 

 

(Abbi pazienza ed aspetta il caricamento dell'audio:
dipende anche dalla qualità della tua connessione...)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il testo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

الــــــبـــحــــر الأبــيـــض الــمــتــوســــــــط
[al bahar al albiad al mutahuassed,

"il bianco mare centrale", cioè "Mediterraneo"]
 


Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sola
ch'a mmusica è tutta vele
su quell'onda dove si vola
tra la scienza e la leggenda
del flamenco e della taranta
e fra l'algebra e la magia
nella scia di quei marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia...
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andare, andar, simme tutt'eguale
affacciati alle sponde dello stesso mar
e nisciune è ppirate

e nisciune è emigrante
simme tutte navigante
.


Allez, allez il n'y a pas de barrière,
nous sommes tous enfants de la même mer
il n'y a pas de pirate, il n'y a pas d'émigrant
nous sommes tous des navigants.

 


Che il Mediterraneo sia
la fortezza ca nun tene e pporte
addo' 'gnune po' campa'
da ricchezze ca a 'gnune porte
.
 

Ogni uomo con la sua stella
nella notte del dio che balla
e ogni popolo col suo dio
che accompagna tutti i marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia...
 


Andare, andar alla stessa festa,
di una musica fatta di gente diversa
da Napule che 'nvent'a meludia
ai tambur dell'Algérie.

 
Allez allez à la même fête
d'une musique qui va et jamais s'arrête
de Naples qui invente sa mélodie
aux tambours de l'Algérie.

 


Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sempre
navigando tra Nord e Sud
tra l'Oriente e l'Occidente
e nel mare delle invenzioni
quella bussola per navigare
Nina, Pinta e Santa Maria
e il coraggio di quei marinai
e quel viaggio che non smette mai
che il Mediterraneo sia...
 


الــــــبـــحــــر الأبــيـــض الــمــتــوســــــــط

[al bahar al albiad al mutahuassed,

"il bianco mare centrale"]  
 


Che il Mediterraneo sia
quella nave che va da sola
tra il futuro e la poesia
nella scia di quei marinai
e quell'onda che non smette mai
che il Mediterraneo sia...