Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Il territorio della Tuscia Romana

La valorizzazione dell'ambiente e del paesaggio

Il materiale originale e le immagini in questa pagina sono riportati dal blog Ambiente e Paesaggio 2000 © Luca Bellincioni: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Progetto per la valorizzazione turistica del paesaggio della Tuscia"

di Luca Bellincioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Introduzione (continua)

Una zona da "terzo mondo del turismo"

 

Introduzione

Un turismo colto e selezionato

Nulla è mai stato fatto

Paesaggi unici al mondo

Un problema culturale di fondo

Manca una valorizzazione turistica del territorio nel suo complesso

Una zona da "terzo mondo del turismo"

Quattro tipologie di paesaggio

  1. Il Parco Nazionale della Maremma Etrusca

  2. Il Parco Regionale della Teverina Viterbese

  3. Valorizzazione della rete stradale minore della Tuscia

  4. Un parco per Norchia e Falerii Novi

  5. Decoro urbano ed extraurbano e ricostituzione del patrimonio edilizio ed architettonico originario

  6. Fruibilità dei castelli e delle torri panoramiche nei centri storici

  7. I parchi suburbani

  8. La valorizzazione dei piccoli villaggi abbandonati, centri commerciali naturali, villaggi turistici naturali, albergo diffuso

  9. Documentari per la promozione della Tuscia

10. Ippovie, percorsi ciclabili, trenini natura

11. Valorizzazione escursionistica del patrimonio ambientale

 

 

Luca Bellincioni - Una presentazione

Ambiente e Paesaggio 2000

Patrimonio SOS - Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Introduzione (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una zona da "terzo mondo del turismo"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A nostro modesto parere, sarebbero indispensabili alcuni interventi rivoluzionari nei confronti dei modi con cui la Tuscia è stata gestita finora, ossia - salvo eccezioni sporadiche - come una zona da "terzo mondo del turismo".

 

 

Va da sé, allo stesso tempo, che il presente progetto è - lo ripetiamo - strettamente collegato alle istanze di tutela dello stesso patrimonio paesaggistico ed ambientale, oggi più che mai minacciato da numerosi progetti violentemente impattanti che andrebbero proprio a cancellare le basi sulle quali dovrebbe invece fondarsi la rivalorizzazione turistica dell'intero territorio dell'Alto Lazio etrusco.

 

Citiamo, ad esempio, il nuovo aeroporto di Viterbo, il ripristino della ferrovia Civitavecchia-Capranica, la riconversione a carbone della centrale di Civitavecchia, la creazione di una superstrada a scorrimento veloce fra Viterbo e Civitavecchia (una città che è un vero tiranno per tutta la Tuscia), l'Autostrada Tirrenica e infine i parchi fotovoltaici a terra che spuntano come funghi e le demenziali centrali eoliche in corso di approvazione nell'area maremmana.

 

 

Quest'ultima appare - alla luce dei fatti - la porzione più indifesa della Tuscia, eppure quella forse più ricca di bellezze paesaggistiche ed archeologiche, e che per questo meriterebbe ben altra considerazione.

 

Tutti questi progetti producono erosione di territorio e degrado del paesaggio, e quindi un ridimensionamento del potenziale turistico, ma anche della qualità ambientale, della Tuscia.