Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Il territorio della Tuscia Romana

La valorizzazione dell'ambiente e del paesaggio

Il materiale originale e le immagini in questa pagina sono riportati dal blog Ambiente e Paesaggio 2000 © Luca Bellincioni: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Progetto per la valorizzazione turistica del paesaggio della Tuscia"

di Luca Bellincioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Introduzione (continua)

Nulla è mai stato fatto

 

Introduzione

Un turismo colto e selezionato

Nulla è mai stato fatto

Paesaggi unici al mondo

Un problema culturale di fondo

Manca una valorizzazione turistica del territorio nel suo complesso

Una zona da "terzo mondo del turismo"

Quattro tipologie di paesaggio

  1. Il Parco Nazionale della Maremma Etrusca

  2. Il Parco Regionale della Teverina Viterbese

  3. Valorizzazione della rete stradale minore della Tuscia

  4. Un parco per Norchia e Falerii Novi

  5. Decoro urbano ed extraurbano e ricostituzione del patrimonio edilizio ed architettonico originario

  6. Fruibilità dei castelli e delle torri panoramiche nei centri storici

  7. I parchi suburbani

  8. La valorizzazione dei piccoli villaggi abbandonati, centri commerciali naturali, villaggi turistici naturali, albergo diffuso

  9. Documentari per la promozione della Tuscia

10. Ippovie, percorsi ciclabili, trenini natura

11. Valorizzazione escursionistica del patrimonio ambientale

 

 

Luca Bellincioni - Una presentazione

Ambiente e Paesaggio 2000

Patrimonio SOS - Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Introduzione (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nulla è mai stato fatto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A differenza della Toscana e dell'Umbria, quel che è mancato qui è stata la valorizzazione turistica del territorio nel suo complesso, che nell'immaginario collettivo appare semplicemente come un contenitore "anonimo" in cui si inseriscono siti pregevoli che vale la pena di visitare.

 

Tutto ciò che viene attraversato per raggiungerli passa dunque in secondo piano, non perché non abbia valore in sé ma perché non è stato mai adeguatamente descritto né dalla letteratura guidaristica né tantomeno celebrato al pari di aree italiane anche vicine e con un'identità propria molto marcata (il Chianti, la Valdorcia, la Valle Umbra, ad esempio).

 

 

Nulla, ma proprio nulla, è mai stato fatto in decenni e decenni dalle Amministrazioni Provinciali, Regionali e Comunali per dare un'identità turistica a questo territorio in ambito nazionale; per far sì che quando si nomini il termine "Tuscia" un Piemontese, un Valdostano, un Emiliano o un Siciliano sappiano bene di cosa si stia parlando.

 

 

Per esempio, molti turisti che vengono dal Nord (da dove proviene la mole maggiore del turismo culturale ed ambientale italiano) "passano" nella Tuscia per vedere questo e quello ma poi vanno a dormire a Roma, oppure in Umbria e in Toscana.

 

Non ci si inoltra mai fuori dalle strade principali (l'Aurelia, la Cassia e L'A1) e si perde così l'essenza di questo territorio, con i suoi magnifici paesaggi etruschi che proprio sulle strade secondarie (o meglio a piedi) appaiono in tutta la loro bellezza.