Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Il materiale originale ed alcune immagini in queste pagine sono © o di proprietà di Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore / il proprietario per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vigna di Valle Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'Italia all'avanguardia

Una ricerca scientifica sistematica alla base dei successi

La Città dell'Aeronautica

 

L'Italia all'avanguardia

Una ricerca scientifica sistematica alla base dei successi

La Città dell'Aeronautica

Impianti ed attrezzature di fama mondiale

Il capolavoro dell'Ingegner Marchetti

Le Perdite – Morire in volo

 

Pagina di origine  

L’Aeronautica Militare Italiana – Un'introduzione

"Un piccolo spazio  personale" di Luciano Russo

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

L'Italia all'avanguardia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una ricerca scientifica sistematica alla base dei successi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1927 viene creato a Guidonia un Centro Studi ed Esperienze, una scuola teorico-empirica di conoscenze d’avanguardia ed un incubatore di nuove idee da testare, limiti da oltrepassare, sfide da accettare.

 

Come il progetto di lunghi raid organizzati scientificamente e sistematicamente effettuati con un grande numero di aerei.

 

 

Le “crociere di massa” trovano un entusiasta sostenitore in Italo Balbo, Ministro dell’Aeronautica, e segnano il passaggio dal periodo romantico dell’Aviazione a quello “moderno”, fatto di tecnologie testate ed affidabili, di efficace lavoro di gruppo con conoscenze specializzate in sinergia, di grande organizzazione, di programmazione seria e meticolosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Città dell'Aeronautica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La “Città Aeronautica” di Guidonia, è inaugurata il 27 aprile 1935 e comprende: la Direzione Studi ed Esperienze – per prove e studi sui materiali, il Centro Sperimentale – per prove in volo di prototipi e apparecchiature, lo Stabilimento di Costruzioni Aeronautiche – per fabbricazione e perfezionamento di aerei.

 

La Base Aerea coprirà quasi 250 ettari: “Guidonia” dal Generale Alessandro Guidoni, che cade durante il collaudo di un paracadute sul preesistente Aeroporto di Montecelio, già sede della “Scuola Allievi Piloti Aviatori” della Prima Guerra Mondiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

La veduta aerea dell’imponente complesso della Città Aeronautica di Montecelio-Guidonia.

 

 

 

L’ingresso della Città Aeronautica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Costituitasi l’Aeronautica in Forza Armata Autonoma, la Direzione Superiore del Genio e delle Costruzioni Aeronautiche di Guidoni riesce a dare notevole impulso alle attività della base puntando sulla formazione di corpi specialisticiMontecelio diventa riferimento per le prove in volo degli aeroplani, Vigna di Valle per lo sviluppo degli idrovolanti e Furbara per quello dell’armamento.

 

 

Qui si lavora principalmente alla messa a punto di progetti di nuovi velivoli, ma si contribuisce anche in modo decisivo al progresso della tecnica aeronautica italiana, attraverso un’importante progetti di gran lunga più ambiziosi, attività di ricerca direttamente collegata a sperimentazione di volo con l’ausilio di laboratori altamente attrezzati.

 

Fra i campi di nuove conoscenze derivanti da test eseguiti con carattere sistematico, gli studi e le ricerche su sistemi di ipersostentazione, idrodinamica degli scafi, stabilizzatori dei velivoli, eliche, profili supersonici e fenomeni legati ai numeri di Mach nel settore transonico, collegamenti radio, materiali aeronautici, apparati ottico-fotografici e strumentazione di bordo.