Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Piccolo Museo del Lavoro di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro come diritto-dovere sociale

 

Il lavoro come condanna e maledizione

Il lavoro come sforzo e sofferenza

Il lavoro come sopruso e sfruttamento

La schiavitù

Il lavoro minorile

Il lavoro come diritto-dovere sociale

 

Cosa contraddistingue l'uomo?

La Terra

Le Arti e i Mestieri
L'Industria

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

Il lavoro come diritto-dovere sociale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro in senso lato è qualsiasi attività produttiva che comporti il dispendio di energie fisiche o intellettuali per raggiungere uno scopo preciso e tali attività lavorative vengono oggi esplicate nella società esercitando un "mestiere" o una "professione" a soddisfare non solo i bisogni individuali ma anche quelli collettivi della comunità.

 

Lavorare significa oggi soprattutto impiegare il proprio tempo per "produrre" traendone un vantaggio generalmente economico, da cui "occupato" per chi ha lavoro e "disoccupato" per chi non ne abbia, ma anche utilizzare la propria forza e la propria consapevolezza per realizzare se stessi, utilizzando quei potenziali individuali e di gruppo capaci di realizzare benefici non solo materiali, ma anche all’ambiente sociale e naturale.
 


Non a caso la
Costituzione Repubblicana stabilisce in Italia che:
 

- l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro;
- la Repubblica riconosce a tutti i Cittadini il
diritto al lavoro;

- la Repubblica impone al Cittadino il dovere di contribuire con il proprio lavoro al progresso della società;

- il lavoratore sarà per questo retribuito proporzionalmente alla quantità e alla qualità del suo lavoro;

- tale retribuzione deve poter assicurare al lavoratore a alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.