Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Piccolo Museo del Lavoro di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro come sopruso e sfruttamento (continua)

La schiavitù

 

Il lavoro come condanna e maledizione

Il lavoro come sforzo e sofferenza

Il lavoro come sopruso e sfruttamento

La schiavitù

Il lavoro minorile

Il lavoro come diritto-dovere sociale

 

Cosa contraddistingue l'uomo?

La Terra

Le Arti e i Mestieri
L'Industria

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Il lavoro come sopruso e sfruttamento (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La schiavitù

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La schiavitù, in tutte le sue origini e le varianti di schiavi "formali" e "di fatto", è un fenomeno che indiscutibilmente e documentatamente caratterizza l'intera storia dell'uomo.

 

 

Lo "schiavismo" è il sistema sociale ed economico fondato sulla schiavitù, la condizione per cui da persona libera un individuo diventava proprietà o schiavo di un altro individuo, il quale ha diritto di vita e di morte su di lui e sulla sua famiglia, incluso il diritto a sfruttarne il lavoro senza compenso: schiavi si diventa perdendo la propia libertà - ad esempio per cattura in guerra o per debiti insoluti - o si nasce se figli di schiavi.

 

Una almeno qualche conoscenza della storia dello schiavismo antico e moderno è necessaria e preziosa per una analisi critica del monopolizzante sistema capitalistico attuale e della nostra cosiddetta "democrazia occidentale", quale involucro ideale del capitalismo stesso.
 

 

La schiavitù viene ampiamente praticata e culturalmente accettata dalla maggior parte delle Civiltà Antiche, regolata da consuetudini e poi leggicome qualsiasi altra pratica economica, vedi ad esempio la Civiltà Greca, gran parte della cui economia si basa sugli schiavi (nella stessa "democratica" Atene ci sono spesso più schiavi che uomini liberi!). e quella Romana, la quale, con le sue ininterrotte guerre di conquista per l'acquisizione di nuovi territori e schiavi, rappresentare la società schiavistica per eccellenza, in cui il lavoro non retribuito rappresenta una delle componenti essenziali dell'economia.