Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Tuscia Romana

I musei del territorio

Il Piccolo Museo del Lavoro di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Arti e i Mestieri

Quando le parole perdono il loro significato

 

Le Arti e i Mestieri

Quando le parole perdono il loro significato

Le Arti

I Mestieri

I mestieri antichi e di una volta

I "corpi" o associazioni di categoria

Il tracollo generale degli antichi mestieri

Le Scuole di Arti e Mestieri

 

Storia delle Corporazioni

 

Pagina di origine

Il lavoro

La Terra
L'Industria

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

 

Il frontespizio, la pagina di titolo, dell' Encyclopédie, Tomo Primo, curata da Denis Diderot e per la parte matematica Jean le Rond d'Alembert e pubblicata in Francia da Antoine-Claude Briasson, Michel-Antoine David, André le Breton e Laurent Durand  tra il 1751 ed il 1772, riportando come motto la citazione dall' Ars poetica* di Orazio  "Tantùm series juncturaque pollet, / Tantùm de medio sumptis accedit honoris!", cioè "Tanto è il potere dei nessi e dell'ordine, / Tanto il rilievo che acquistano le voci derivate dal quotidiano!".

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Arti e i Mestieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando le parole perdono il loro significato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una brevissima introduzione.
 


Nostre recenti ed non ancora concluse esperienze politiche lo confermano, la graduale imposizione di nuovi
"modelli" di società fanno degenerare una cultura fino ad andare a imbastardire il suo massimo strumento di espressione, il linguaggio: alla lunga questo processo di demolizione della struttura "sociale" arriva al punto di contaminare anche la nostra struttura "mentale", facendo perdere alle parole il loro significato e quindi, a noi che le usiamo, il senso.

 

Quando le parole cambiano significato o, peggio, quando vengono sistematicamente svuotate del loro senso autentico, non si spezza infatti solo il collegamento linguistico tra il suono "significante" della parola e il suo "significato", ma si deteriora la nostra "sensibilità", quella che potremmo definire la nostra acquisita competenza sociale di parlanti, con la conseguenza che quello che ci diciamo l'un l'altro diventa arbitrario, a rispecchiare la sopravvenuta confusione di concetti e di valori rispettivamente a livello di pensiero e di giudizio.