Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

L'habitat della Tuscia Romana

Il fenomeno del termalismo

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il fenomeno del termalismo – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La classificazione chimico-fisica delle acque

Le acque minerali

Le acque oligo-minerali

Le acque medio-minerali

Le acque minerali

 

La classificazione chimico-fisica delle acque
Le acque minerali
Le acque solfuree
Le acque bicarbonate
Le acque solfate
Le acque arsenicali e ferruginose
Le acque iodiche
Le acque sodiche
Le acque carboniche
Le acque radioattive
Le acque di mare

 

Pagina di origine

Il fenomeno del termalismo

 

Prima pagina del sito  

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

La classificazione chimico-fisica delle acque

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le acque minerali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella Tuscia Romana:

 

 

 

Terme "Salus" di Viterbo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono:

 

 

 

- oligo-minerali

- medio-minerali

- minerali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contengono:

 

 

 

sali minerali come:

- sodio

- calcio

- magnesio

- cloro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si usano per:

 

 

 

bibita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Curano:

 

 

 

calcolosi delle vie urinarie, infiammazioni croniche delle vie urinarie, gotta

piorrea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non sono indicate in:

 

 

 

nefriti croniche, ipertensione, insufficienza renale, scompenso cardiaco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le acque oligo-minerali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono:

"minimamente mineralizzate"¹ se hanno un residuo fisso² a 180° non superiore a 50 mg/l e "leggermente mineralizzate" se non superiore a 500 mg/l.

 

1. Le acque “ricche” di sali minerali sono quelle con residuo fisso a 180° superiore a 1500 mg/l.

 

2. Il residuo fisso è la quantità di sali minerali disciolti in acqua fatta evaporare lentamente in ambiente adatto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le acque medio-minerali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono:

sempre ipo-toniche

 

Hanno:

un residuo fisso a 180° tra 200 mg/l e 1 g/l

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le acque minerali

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono:

ipo-, iso- o iper-toniche

 

Hanno:

un residuo fisso a 180° superiore a 1 g/l