Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

L'habitat della Tuscia Romana
Gea

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il clima – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra" (continua)

L'atmosfera terrestre (continua)

L'inquinamento dell'aria (continua)

I gas "traccia" e quelli "serra"

Gli aerosol

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra"

Cambiamenti climatici globali

Eventi drastici

Aria ed acqua

La sfera blù

L'atmosfera terrestre

Come una gigantesca cipolla

L’Esosfera

La Termopausa

La Termosfera

La Mesopausa

La cosiddetta "Ionosfera"

La Mesosfera

La Stratopausa

La Stratosfera

La cosiddetta "Ozonosfera"

La Tropopausa

La Troposfera la pelle viva della Terra

L'inquinamento dell'aria

I gas "traccia" e quelli "serra"

I gas traccia

I gas serra

L'Anidride Carbonica

L'Ozono

Gli aerosol

L'inquinamento dell'acqua

 

Pagina di origine

I fattori ambientali

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito  

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'atmosfera terrestre (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'inquinamento dell'aria (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I gas "traccia" e quelli "serra" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli aerosol

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri gas traccia emanano nell’atmosfera da fenomeni naturali, quali eruzioni vulcaniche, fulmini e lampi, incendi di foreste ecc.: i cosiddetti "aerosol" sono infatti minuscole particelle di polveri fine e microgocce in sospensione di cui la nostra atmosfera è letteralmente piena.

 

Sabbie, sali, ghiacci e ceneri nei gas provenienti da questi fenomeni includono spesso ossido di azoto (NO) e diossido di zolfo o anidride solforosa (SO²).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra a destra e dall'alto in basso, fenomeni quasi del tutto naturali, anche se alcuni "aiutati" dall'uomo: fulmini, eruzioni vulcaniche esplosive nel Pacifico, incendi dolosi nostrani, giganteschi incendi nella foresta amazzonica - alcuni naturali ma i più "pianificati" da multinazionali per il disboscamento selvaggio a caccia di legni pregiati, tempeste polari artiche, tempeste di sabbia sahariane.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma oltre alle quantità da sempre emesse in natura, la loro concentrazione è stata drasticamente incrementata da insensate quanto incontenibili attività umane: fabbriche che vomitano fuliggini e particelle di anidride solforosa, gas di scarico da motoveicoli a benzina e nafta e da aerei, civili e militari, ogni tipo di armi impiegate in guerre più o meno necessarie, fertilizzanti sintetici usati in agricoltura, enormi quantità di energia "sporca" prodotta da centrali termoelettriche, che bruciano combustibili fossili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da sinistra a destra e dall'alto in basso, tutta roba nostra: fabbriche, traffico aereo, produzione di energia elettrica in centrali termoelettriche a carbone, gas di scarico di milioni e milioni di automobili...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli aerosol sono così microscopici da diffondersi senza difficoltà ovunque e così impercettibili da essere spesso difficilmente monitorati, se non a danno già fatto, come provocando piogge acide, che uccidono laghi e vegetazione, e malattie respiratorie nell'uomo, ad esempio asma.

 

Inoltre gli aerosol, avendo la capacità di assorbire e diffondere la luce del sole, contribuiscono decisamente ai cambiamenti climatici globali.