Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

L'habitat della Tuscia Romana
Gea

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il clima – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra" (continua)

L'atmosfera terrestre (continua)

Come una gigantesca cipolla (continua)

L’Esosfera

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra"

Cambiamenti climatici globali

Eventi drastici

Aria ed acqua

La sfera blù

L'atmosfera terrestre

Come una gigantesca cipolla

L’Esosfera

La Termopausa

La Termosfera

La Mesopausa

La cosiddetta "Ionosfera"

La Mesosfera

La Stratopausa

La Stratosfera

La cosiddetta "Ozonosfera"

La Tropopausa

La Troposfera la pelle viva della Terra

L'inquinamento dell'aria

I gas "traccia" e quelli "serra"

I gas traccia

I gas serra

L'Anidride Carbonica

L'Ozono

Gli aerosol

L'inquinamento dell'acqua

 

Pagina di origine

I fattori ambientali

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito  

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Il surriscaldamento del pianeta e l'"effetto serra" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'atmosfera terrestre (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come una gigantesca cipolla (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Esosfera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scendendo verso la Terra, il primo "strato" che incontriamo è l’Esosfera, la parte più esterna dell'atmosfera terrestre, senza un vero limite superiore, tanto da arrivare a comprendere le cosiddette fasce di Van Allen, due superfici, una interna ed una esterna, che ricoprono un volume a forma di ciambella, un cosiddetto "toro", il quale circonda la Terra intorno all'Equatore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le fasce sono il risultato della collisione del vento solare con il campo magnetico terrestre, una zona cioè in cui particelle cariche, cosiddette plasma, vengono trattenute dal campo magnetico terrestre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La radiazione solare così intrappolata dalla magnetosfera terrestre viene respinta là dove il campo magnetico è più intenso, ovvero verso le regioni polari, continuando così a "rimbalzare" tra nord e sud attraverso le regioni tropicali e quella equatoriale.

 

Quando la fascia esterna viene eccitata, alcune di queste particelle solari colpiscono l'alta atmosfera, dando luogo a fenomeni di fluorescenza noti come "aurore polari".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dall'alto in basso le fasce di Van Allen in immagini didattiche della NASA:

 

- in 3-dimensionale,

- in sezione

- e in spaccato.

 

Ben visualizzate in tutte le linee del campo magnetico terrestre lungo le quali le fasce si formano e si stabilizzano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chimicamente l'Esosfera consiste di uno strato di elio ed idrogeno, particelle appunto di cosiddetto "vento solare" catturate dalla Magnetosfera terrestre, con temperature di oltre i 2.000 °C man mano a diminuire verso il basso, dove - a circa 550 km di quota - azoto ed ossigeno diventano i principali componenti dell'atmosfera.