Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Giovanni Orsini i testi e Luigi Felluca e Massimo Prugini le cartoline, editato,  redatto, corretto, rivisto, completato e arricchito da Luciano Russo: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o

"Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' "

di Giovanni Orsini

 

Lettera "Q"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)
Lettera "Q"

Qua-Qui

 

Il nostro dialetto

Vocabolario del Dialetto Braccianese

A | B | C | D | E | F | G  

I | J | L | M | N | O | P | Q
R
 | S | T | U | V | Z 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' " di Giovanni Orsini

Modi di dire, detti e proverbi popolari  

Le cartoline di Bracciano com'era

 

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In ordine alfabetico

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

 

“Q

 

 

come Quadrelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qua-Qui

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine

 

 

Significato

 

 

Espressioni esemplificative e note

 

 

 

 

 

 

Quadrelli

 

 

 

Elastici per la fionda a sezione quadrata

 

 

 

“Ce serveno 'n paro de quadrelli belli gajardi…”

 

(Vedi anche Fionda, Mazzafionda)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Espressione per "mi stai infastidendo", "m'hai rotto le palle", "se non lo capisci da solo te lo dico io"

 

 

 

“Aoh, e vvedi 'm po' da smettala: [li coijoni] ma  l'ha' fatti a quadrelli!…”

 

 

 

 

 

 

Quaja

 

 

 

Escremento di mucca

 

 

 

Nun se sapeva ‘ndo passa', co’ no stradello pieno de quaje de vacca …”

 

 

 

 

 

 

Quaja'

 

 

 

Letteralmente "quagliare"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inacidirsi del latte

 

 

 

“'Ttente ché 'l latte co’ sto callo se quaja subbito…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "concludere", "non prenderla troppo alla larga", "andare al sodo"

 

 

 

“Nu' 'nna' tanto pe le lunghe: quaja…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quajo

 

 

 

Caglio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quanto

 

 

 

Letteralmente "quanto", "come"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Paragonare un’azione sbagliata a quella del Signor Nessuno

 

 

 

Ha ffatto quant'e quello …”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "anche se"

 

 

 

Mo lo staveno a ddi': pe’ qquanto si nu' lo vedo nun ce credo…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "all’improvviso"

 

 

 

Stavamo a parla' benemmeijo, quanto me dà ‘na sberla…”

 

(Vedi anche Benemmeijo)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "è sufficiente che"

 

 

 

“La cicoria è b che pulita: quanto la lessi…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "ad un tratto"

 

 

 

'Sto fijo de 'na mignotta, 'nnava tranquillo co' la freccia a sinistra, quanto me ggira a destra…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quarche

 

 

 

Letteralmente "qualche", "uno di questi", "all'incirca"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "all’incirca"

 

 

 

“De chiodi te n’ho dati quarche centinaro: te basteno?…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "prossimamente"

 

 

 

Vedi che quarche giorno de questi so lo porteno ‘n galera…”

 

 

 

 

 

 

Quaresima

 

 

 

Come in Italiano, Quaresima

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di persona prolissa, logorroica

 

 

 

Aoh, quanno che 'ttacca è lungo quant'e 'na quaresima…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di compagnia non proprio effervescente

 

 

 

Aoh, e sveijateve: me parete 'na quaresima…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quartaccio

 

 

 

Posizione che si assume mettendosi appoggiato su un fianco

 

 

 

“Mettete de quartaccio che te fò 'st’ignizione…”

 

 

 

 

 

 

Quartino

 

 

 

Forma diminutiva - quasi volutamente "riduttiva" - della misura di un quarto di liquido, normalmente e sottinteso "di vino"

 

 

 

Compa', ‘nnamese a ffa’ ‘n quartino…”

 

 

 

 

 

 

Quarto

 

 

 

Misura di vetro da un quarto di litro, usata di solito per vino e olio di oliva, ma anche latte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quatrini

 

 

 

Quattrini, soldi, denaro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di qualcosa che non vale nulla

 

 

 

Nun vale ‘n quatrino…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I "Santi Innocenti" si festeggiano il 28 dicembre e questo ci fàcapire come un tempo le festività fossero limitate ai soli giorni prossimi al Natale: scarsamente festeggiati quindi sia il Capodanno che l’Epifania

 

 

 

Pe’ li Sant'Innocentini so’ finiti le feste e li quatrini…”

(Proverbio popolare)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quattro

 

 

 

Il numero quattro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricorrentemente usato per dire "un po'", "una quantità sufficiente"

 

 

 

“Nun me ne serveno tante: dammene 'n po' qquattro…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "togliersi il sassolino dalla scarpa"

 

 

 

Jo n’ho dette quattro…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nell'espressione "un po' alla volta"

 

 

 

Aoh, quattr'a qquattro, me te le se' finite…”

 

 

 

 

 

 

Quattrocchi

 

 

 

Di persona costretta a portare occhiali da vista

 

 

 

“Quattrocchi ‘n vetrina  …”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "in faccia", "apertamente", "faccia a faccia", "di persona", "di petto"

 

 

 

“Je vorrebbe parla' a quattrocchi a 'sto stronzo!…”

 

“'Ndo và, pe' tetti?

Quarche ggiorno mo lo troverò puro a quattrocchi…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per "confidenzialmente", "in modo riservato", "privatamente"

 

 

 

“Nooo, qui puro li muri c'hanno le 'recchie: a quattrocchi è meijo…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo

 

 

 

Questo, ciò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per dire "la cosa migliore o peggiore deve ancora venire", anche quindi come minaccia

 

 

 

E quest'è gnente

Fatte rivéde così ce pij puro 'r resto!…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso "di questa settimana"

 

 

 

“Aricordete che la cena è sabbato questo, no quell’artro…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per "tipo", persona non gradita o stramba, strana nei comportamenti

 

 

 

“Anvedi questo...

Ma cche vvoi, vedi de smamma'!…”

 

(Vedi anche Smamma')

 

 

 

 

 

 

Quello

 

 

 

Quello

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "alcuni", "chi"

 

 

 

Ce so quelli che pe ‘nna a Rroma, passeno pe' l’Aurelia, ché dicheno che se fà prima: boh…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il "Signor Nessuno" da prendere ad esempio

 

 

 

Nun fa' come qquello, che se credeva d'esse 'rrivato a Roma e scegnette a Firenze…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui

 

 

 

Di persona o cosa del luogo, indigena, autoctona

 

 

 

Nu lo conosci?

Aoh, ma è dde qqui…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "tra poco"

 

 

 

“Da qui a 'n po' 'rriva…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aiutaci ad arricchire questa pagina

 

Chiunque voglia contribuire a questo lavoro,

con parole, modi di dire, detti e proverbi strettamente braccianesi,

è benvenuto inviando una mail

direttamente all’autore giovanni.orsini2007@libero.it

o alla Redazione del portale redazione@tusciaromana.info

 

Grazzie pe' la collabborazzione!