Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Verso un Museo Territoriale del Lavoro e dell'Industria della Tuscia Romana

Le tradizioni

I dialetti – Così parlavamo

Il dialetto di Bracciano, Roma

Il materiale originale in questa pagina è © Giovanni Orsini i testi e Luigi Felluca e Massimo Prugini le cartoline, editato,  redatto, corretto, rivisto, completato e arricchito da Luciano Russo: la Redazione ringrazia gli autori per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o

"Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' "

di Giovanni Orsini

 

Lettera "E"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)
Lettera "E"

Ecc-Ert

 

Il nostro dialetto

Vocabolario del Dialetto Braccianese

A | B | C | D | E | F | G  

I | J | L | M | N | O | P | Q
R
 | S | T | U | V | Z 

 

La lingua e il dialetto - Una introduzione a "Er Dizzionario Braccianese Onlaine" ovvero "Braccianese nun se smente!" o "Vocabolario del Dialetto Braccianese, arricchito con Detti Popolari, Proverbi, Usi, Costumi, Tradizioni, Curiosità e tanto altro su Bracciano e sulla 'Braccianesità' " di Giovanni Orsini

Modi di dire, detti e proverbi popolari  

Le cartoline di Bracciano com'era

 

 

Giovanni Orsini Una presentazione

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Vocabolario del Dialetto Braccianese (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In ordine alfabetico

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | I | J | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

 

“E

 

 

come Ecceomo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecc-Ert

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Termine

 

 

Significato

 

 

Espressioni esemplificative e note

 

 

 

 

 

 

Ecceomo

 

 

 

“Ecce Homo”, “Ecco l'Uomo”, secondo i Vangeli detto da Ponzio Pilato di Gesù, qui usato nel senso di ridurre una persona ai minimi termini, umiliarla

 

 

 

Je n’ho dette de cotte e de crude: l’ho ridotto a 'n'ecceomo!…”

 

 

 

 

 

 

Ecchime

 

 

 

Gioco in cui ciascun ragazzo della squadra sorteggiata, dopo aver detto “Ecchime!” - cioè  “Eccomi!”, “Sto arrivando!” - saltava a turno sui componenti dell’altra squadra, chiamata “Mula”, posizionata con i ragazzi in fila a schiena china dando le spalle uno all'altro, il primo dei quali - chiamato “Cuscino” - sosteneva in pratica, a mo' di ancora, l'intera catena umana appoggiandosi ad un albero o ad un muro


Chi saltava non doveva assolutamente appoggiare i piedi a terra, ma mantenere l'equilibrio sulla schiena degli avversari chinati, rimanendo in quella posizione finché l’ultimo della propria squadra non aveva fatto altrettanto dicendo "Ce vengo e ce ritorno, ce vengo e ce ritorno, ce vengo e ce ritorno n’antra vorta": la “mula” doveva a sua volta essere capace di reggere il peso di tutti senza cedere, altrimenti si gridava “S’è sbracata la mula!” - “È crollata la mula”

 

Se cedeva la “mula” perdeva e nella nuova partita i ruoli delle quadre rimanevano invariati, altrimenti, se qualcuno della squadra attaccante mollava cadendo o solo perdeva l'equilibrio toccando con i piedi a terra, questa perdeva e i ruoi si invertivano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel senso di "arrivo!"

 

 

 

Aoh, venghi?

Ecchime!…”

 

 

 

 

 

 

Ejolo

ejola

ejoli

ejole

 

 

 

Eccolo, eccola, eccoli, eccole là

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ejete

Ejeve

 

 

 

Eccoti, eccovi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ellera

 

 

 

Edera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emmio

 

 

 

Voce del verbo "avere", modo indicativo, tempo passato remoto, prima persona plurale: noi avemmo, ebbimo

 

 

 

Doppo ch'emmio cenato 'nsieme, venimmio via e 'nnammio 'gnuno pe' conto suo…”

 

 

 

 

 

 

Ennò

 

 

 

"Eccome no!", locuzione affermativa

 

 

 

“Ma ppoi c'è 'nnato?

Ennò!…”

 

(Vedi anche Avoija)

 

 

 

 

 

 

Erbetta

 

 

 

Prezzemolo

 

 

 

“Mettece 'n rametto d'erbetta drento 'ste porpette, ché ce stà bbene!…”

 

 

 

 

 

 

Erimmio

 

 

 

Voce del verbo "essere", modo indicativo, tempo imperfetto, prima persona plurale: noi eravamo

 

 

 

L’artra sera a ccena erimmio 'n diciotto…”

 

(Vedi anche Erivvio)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Erivvio

 

 

 

Voce del verbo "essere", modo indicativo, tempo imperfetto, seconda persona plurale: voi eravate

 

 

 

Quanti erivvio a lavora' oggi?…”

 

(Vedi anche Erimmio)

 

 

 

 

 

 

Erto

 

 

 

Spesso, "alto", nel senso di spessore

 

 

 

Taijeme ‘n po’ de guanciale e fammolo erto ‘n dito…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aiutaci ad arricchire questa pagina

 

Chiunque voglia contribuire a questo lavoro,

con parole, modi di dire, detti e proverbi strettamente braccianesi,

è benvenuto inviando una mail

direttamente all’autore giovanni.orsini2007@libero.it

o alla Redazione del portale redazione@tusciaromana.info

 

Grazzie pe' la collabborazzione!