Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Da qui gli Etruschi... – Note di approfondimento storico

Capire il passato per vivere meglio il presente pensando al futuro

Chi siamo

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il cammino della cultura

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da dove veniamo e dove andiamo

 

Da dove veniamo e dove andiamo

Le piste del Paleolitico

I sentieri e i tratturi del Mesolitico

Le vie dacqua e di terra del Neolitico

Le strade dell'“Età dei Metalli”

 

La “Tabula Peutingeriana”

La strada romana
Le autostrade dell'Impero
I nomi dei luoghi

 

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Da dove veniamo e dove andiamo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I “cammini” della nostra cultura passano attraverso quei trasferimenti forzati di animali ed umani dovuti a variazioni climatiche che cambiano l’ambiente, deteriorandone la capacità di nutrirci e proteggerci.
 


La stessa parola
“via”, presa dal Latino ed ancora oggi identicamente usata in Italiano, deriva dalla “radice” o “semiparola” indo-europea "wegh-" con il suffisso "-ya", la quale indica “movimento”, “spostamento”, quindi “trasporto”, “crescita”, da cui “andare [avanti]” e, dal Latino pro-gredior, “pro-gredire”, “pro-gresso”.

Ancora può essere trovata quasi pura tra l’altro in
Inglese - way, in Tedesco - Weg e in Svedese - väg, con all’incirca il medesimo uso plurimo dei linguaggi preistorici, primo fra tutti con il significato di semplice “movimento” e poi di “trasporto”, come in Latino veh-ere, “andare”, “trasportare” - a dorso di animale, su carro, altra ve-ttura o ve-icolo...