Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Da qui gli Etruschi... – Note di approfondimento storico

Capire il passato per vivere meglio il presente pensando al futuro

Chi siamo

Il materiale in questa pagina è redatto da Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I Popoli del Mare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le nostre radici affondano lontano (continua)

I più antichi documenti (continua)

Le lettere di El-Amarna

Una dettagliata mappatura dell'Impero Egizio

La prima testimonianza storica dell'esistenza dei Popoli del Mare

 

Le nostre radici affondano lontano

L'origine di cosiddetti "Popoli del Mare"

I grandi flussi e riflussi migratori

I documentati tentativi di invasione dell'Egitto 

Il ruolo storico dei Popoli del Mare

I più antichi documenti

Le lettere di El-Amarna

Le iscrizioni di Medinet Habu

 

I Danuna

Gli Ekwesh

I Lukka

I Peleset

Gli Shardana

Gli Shekelesh

I Teresh

I Tjeker

I Weshesh  

 

Il cammino della cultura

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Le nostre radici affondano molto lontano (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I più antichi documenti (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le lettere di El-Amarna

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un unico "corpus" di documenti databili al Nuovo Regno Egizio, scoperti alla fine degli anni 1880 da contadini egiziani.

 

Verificata la loro autenticità, gli egittologhi stabiliscono che l'incredibile collezione di tavolette di argilla rappresenti di fatto una delle più importanti testimonianze storiche del mondo socio-politico dell'antico Medio Oriente

 


Queste tavole, a prima vista
tanto minuscole quanto modeste, impresse con fittissime righe di caratteri cuneiformi, costituiscono infatti la corrispondenza diplomatica tra l'Egitto faraonico del periodo di Amarna ed i contemporanei altri Regni.

 

Tra gli altri quelli nelle Terre di Canaan o Cananea - un vasto territorio allora comprendente l'attuale Libano, Israele, parte di Siria e Giordania, in Mesopotamia, in Anatolia e nelle Isole dell'Egeo.  

 

 

 

Le più antiche risalgono alla fine del Regno di Amenhotep III, mentre le più recenti al quello di Ay, coprendo una finestra temporale che va dal 1386 circa al 1321 aC, la maggior parte appartenenti al Regno di Akhenaten, il Faraone monoteista.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una dettagliata mappatura dell'Impero Egizio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le lettere di El-Amarna ci restituiscono una inedita ed interessatissima mappatura del mondo antico all'apice dell'Impero Egizio.

 

 

In questo periodo il Medio Oriente è dominato da:

 

- i "Grandi Re", cioè i Faraoni Egiziani,

 

- il Re di Mitanni, il Nord dell'attuale Siria, a settentrione dell'antica Mesopotamia, al massimo della sua estensione, dai Monti Zagros, catena montuosa di ben 1500 km, la più estesa dal Kurdistan, nell'Iran occidentale, ai confini dell'Iraq, fino allo Stretto di Hormuz, nel Golfo Persico, con massima elevazione nel Monte Dena, ben 5.098 m slm, al Lago Van e ai confini con l'Assiria,

 

- il Re di Babilonia,

 

- il Re dell'Assiria

 

- e il Re degli Hittiti

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti i Grandi Re ed i loro rispettivi Regni sono descritti nelle lettere, insieme a due altri Stati indipendenti, anche se non della dignità dei Grandi Regni, quelli di:

 

- Arzawa

- e Alashiya, generalmente identificata con l'attuale Cipro.

 


Naturalmente esistono poi e vengono elencate
numerose
città-stato sotto l'influenza dei Grandi Re, ai cui signori gli Egiziani riferiscono chiamandoli "governatori", in pratica "vassalli" al servizio dei Grandi Re.

 

La corrispondenza di questi vassalli - tra cui:

 

- Rib-Hadda, Governatore di Gubla,

- Abi-Milku, Governatore di Tiro,

- ed il Re di Alashiya

 

con il Faraone, Re d'Egitto, consiste generalmente in:

 

- dichiarazioni di lealtà

 

- o conferme di fedeltà

 

- e, spesso, acute richieste di aiuto economico-militare, nel contesto delle quali i Popoli del Mare sono più frequentemente citati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La prima testimonianza storica dell'esistenza dei Popoli del Mare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quindi le lettere di El-Amarna forniscono inoltre la prima testimonianza storica dell'esistenza dei Popoli del Mare, tra cui gruppi etnici distinguibili ed ormai classificabili con piena certezza, come:

 

- gli Shardana,

- i Danuna,

- i Lukka.

 

Tra loro anche:

 

- i Teresh o "Tursha", di origine e lingua non indoeuropee, stanziati all'epoca nel nord dell'Anatolia, ricollegabili a quei "Tyrsenoi" o "Tirreni", futuri "Etruschi", chiamati poi dai Romani "Tusci".