Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi la parola

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antichi mestieri Il “ciarlatano”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Venghino, siori, venghino!" (continua)
Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani" (continua)

Ma come si esercita il mestiere di "ciarlatano"?

 

"Venghino, siori, venghino!"
Tanto tempo fa in quel della Tuscia Ducale...

Da verità "di fede" a verità "imposte"

Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani"

Prima di tutto "stupire"

Poi, naturalmente, "illudere"

E, infine, "vendere" - qualsiasi cosa

Ma come si esercita il mestiere di "ciarlatano"?

Normativa italiana riguardante il mestiere di “ciarlatano”

In conclusione

 

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

"Venghino, siori, venghino!" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma come si esercita il mestiere di "ciarlatano"?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Un po' di fantasia!

 

Fatevi venire un'idea - semplice, plausibile e facilmente comprensibile - e applicatela a qualcosa di straordinariamente "quotidiano" oppure prendete un concetto totalmente incontestabile e applicatelo a qualcosa di assolutamente "indefinibile": dell'acqua, un'erba, qualsiasi sostanza, l'"anima"...

 

Nel primo caso dite che la "formula" della pozione o dell'intruglio sia stata scoperta "per caso" e poi gelosamente custodita e tramandata in famiglia "di generazione in generazione", oppure datevi un contegno e sostenete di aver avuto una "visione": non fallisce mai!

 

 

Più la cosa o il fatto è "banale" o "misterioso" più i potenziali clienti saranno la infinità moltitudine della cosiddetta "gente comune", cui è sempre efficace vendere sciocchezze (basti guardare come esprimono il loro voto politico...).

 

Investite su dallo zucchero al sale, dalle pietre "magiche" agli amuleti, dalle imposizioni di mani e massaggi alle benedizioni, maledizioni e intercessioni di ogni tipo e, in caso puntiate sulle malattie, curatene le più possibile, le più diffuse, e, per non fallire, nominate la parola "cancro" e l'effetto sarà garantito!

 

 

Soldi sicuri, tanti, e sempre nuovi clienti, altrettanti e... "disposti a tutto"!

 

 

Bene, ora quasi ci siamo: basta raccogliere una piccola serie di credenziali iniziali, pubblicare qualche libercolo (potete anche stamparlo da voi!), per far capire quanto il mondo ce l'abbia proprio con voi, costruendovi una fama di "perseguitati", fate riferimento qua e là a "strane minacce" e "testimonianze" ad hoc...

 

Diffondete il tutto sulla rete, magari sguinzagliando "fedelissimi" adepti che parlino volentieri di voi come "sant'uomo", "pia donna", "eroe", "martire", o, che so, "sempre pronto a fare del bene", "una vita modestissima", "disposto a sacrificare tutto", insomma un "guru" lì "pronto" e "a disposiziopne" di disperati per salvare il mondo.

 


Attaccate decisamente chiunque cerchi di mettere la gente in guardia da voi, volentieri con i soliti, vuoti argomenti: "nessuno capisce", "niente funziona", "tutti corrotti", tutti "sfruttano", "tutto un 'magna magna'"...

 

Essenziale è che spostiate sempre l'attenzione da voi e le vostre faccende e la portiate su altri argomenti, che distruggiate il "nemico" piuttosto di esaltare voi stessi: la vostra reputazione è tutto - voi dovete essere "indiscutibili"!
 

 

Ottimo!
 

Rimane solo un piccolissimo "dettaglio" da non trascurare: la professione di "ciarlatano" in Italia è reato (almeno sulla carta)...
 


A questo punto verrebbe più che lecito da chiedersi:
ma i "preti" allora, non sono forse dei ciarlatani vestiti più o meno di nero?

 

È chiaro che non ci siano "prove" né dell’esistenza di un dio né di quella di un "Gesù", che tutte le Religioni siano delle ideologie "politiche", in quanto ricadono direttamente o indirettamente sul nostro vivere sociale, che tutte le Chiese - quella Cattolica in particolare - altro non siano che organizzazioni "politiche" il cui unico scopo è il potere di pochi su tutti gli altri...
 


Eh, ma
"loro" hanno avuto oltre 2000 anni per consolidarsi: illudere, mentire, intimidire, ordinare, costringere, asservire, frodare, rubare, accumulare, comprare, allearsi, eliminare, penetrare, controllare, censurare, perseguitare, ammazzare...

 

Un po' di pazienza, che caspita, e... molta perseveranza!