Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi la parola

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

Il materiale originale in questa pagina è © Luciano Russo: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antichi mestieri Il “ciarlatano”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Venghino, siori, venghino!" (continua)
Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani" (continua)

E, infine, "vendere" - qualsiasi cosa

 

"Venghino, siori, venghino!"
Tanto tempo fa in quel della Tuscia Ducale...

Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani"

Prima di tutto "stupire"

Poi, naturalmente, "illudere"

E, infine, "vendere" - qualsiasi cosa

Ma come si esercita il mestiere di "ciarlatano"?

Normativa italiana riguardante il mestiere di “ciarlatano”

In conclusione

 

 

Luciano Russo – Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

"Venghino, siori, venghino!" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccola Guida per apprendisti "ciarlatani" (continua)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E, infine, "vendere" - qualsiasi cosa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Ma tutto quanto finora detto ha
un solo scopo: "vendere il 'prodotto'", oggetto, proposta o idea che sia - a tutti i costi!

 

Ufficialmente e di regola il "ciarlatano" lo propone "per altruismo", anche se non avrebbe affatto bisogno di farlo, semplicemente perchè non vuole più vedere la gente soffrire, perchè è animato da "spirito umanitario", perché ha tanta voglia di "fare del bene", perché vuole "salvarti l'anima"...

 

 

Inutile sottolineare come in realtà anche questa sia una menzogna, l'ennesima, perché il "ciarlatano", non importra cosa venda, materiale o immateriale, in cambio ne vuole prima o poi soldi sonanti, non ha altre possibilità, è il suo modo di vivere e sopravvivere, quasi una mania.

 

Quali le ragioni profonde è difficile dirlo: qualcuno viene mosso da pura mitomania, altri forse da una gran voglia di rivalsa nei confronti "degli altri", "della sorte" o del mondo intero, ma certamente, qualsiasi la spinta iniziale, le cure, soluzioni e salvezze "miracolose" non le regala nessuno.

 

 

Il "ciarlatano" sa cosa la gente vuole sentirsi dire (certe cose le pagherebbe per ascoltarle!) e in fondo non fa altro che accontentarla!

 

Chi non ha speranza ed ascolta storie di "grandi speranze" non può che essere disposto a pagare più che volentieri il "biglietto" per lo spettacolo, sia esso una "messa" a pagamento o qualsiasi altro "rito" propiziatorio di guarigione, di successo, di ricchezza, di fortuna, di amore.

 

 

Per ragioni di marketing mai posizionarsi comunque a livelli troppo alti o troppo bassi di "certezza" dei risultati: il "100% dei casi" potrebbe definitivamente rovinare gli affari, mai sopra il 90%, perché potrebbe comunque apparire esagerato e poco credibile, ma neppure sotto il 70%, perché in questo caso potrebbe al contrario apparire poco "miracoloso".

 

Le probabilità ideali di buon fine del "miracolo" dovrebbero con vantaggio attestarsi sul "magico 80%", consentendo al ciarlatano la classica via di fuga per sottrarsi alle future accuse da parte dello "sfortunato 20%".
 


Importante è anche
sottolineare l'aspetto economico: non volete guadagnare soldi, magari piccoli rimborsi spese, offerte, piccole somme, perché voi lo fate "per aiutare gli altri" - tutto deve essere "gratis", "costare poco", essere "alla portata di tutti", soprattutto "costare molto meno di altro", perché a chi ascolta non deve mai sfiorare nemmeno per un istante l'idea di poter risolvere diversamente o rivolgersi a qualcun altro.


Ora l'unico vero
problema del "prodotto" che vi vende il ciarlatano è in ogni caso che non funzioni né mai funzionerà, ma questo è del tutto secondario per l'imbonitore, perché quando la gente capirà, se mai per caso un giorno, sarà comunque troppo tardi e lui si starà lavorando la prossima vittima da mungere - "la madre degli idioti è sempre incinta"!
 

(continua)