Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi la musica

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

Il materiale originale ed alcune immagini in questa pagina sono © Giuseppe Pontuali: la Redazione ringrazia l'autore per averne autorizzato la riproduzione, la rielaborazione, l'adattamento e la pubblicazione nel portale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Le musiche, le danze ed i canti popolari dell'Italia Centrale" – Approfondimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Glossario dell'organetto

A | B | C | D | I | L | M | O

P | S | U | V

 

Pagina di origine

Tipologia dell'organetto

Tecniche esecutive strumentali del saltarello

Breve storia dell'organetto

 

Giuseppe Pontuali Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Glossario dell'organetto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | Z

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 A

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aerofono

 

O strumento "ad aria", quello in cui sia un flusso d'aria a generarne il suono, anche detto "a fiato", se il flusso d'aria proviene direttamente dalla bocca di chi lo suona.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancia

 

La linguetta che genera di suono, la quale può essere:

 

- battente semplice, se la vibrazione che produce il suono è data dal battimento dell'ancia contro un corpo solido, come ad esempio nel clarinetto, sassofono, "launeddas";

 

- battente doppia, se il suono viene prodotto dal battimento dell'ancia contro un'altra ancia, vedi ad esempio l'oboe, la ciaramella, la zampogna;

 

- libera, se il suono viene generato dalla vibrazione dell'ancia su se stessa, come ad esempio nello scacciapensieri, l'organetto, la fisarmonica, o l'armonium.

 

A fianco, a sinistra, marcata in rosso, la linguetta vibrante chiamata "ancia", qui di tipo "libera" e fissata nella parte superiore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Armonia

 

A parte il significato musicologico, per i costruttori di fisarmoniche il termine  sta ad indicare la serie di ance che costituiscono gli accordi dei bassi di una fisarmonica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 B

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandoneon

 

Aerofono meccanico ad ance libere, a doppia intonazione (esiste anche il modello "unitonico"), nasce in Germania nel 1846 e si diffonde poi in Europa e in America.

 

A fianco, un bandoneon diatonico del 1910.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bassi

 

L'insieme delle ance nella cassa contrapposta a quella melodica del canto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bitonico

 

Sistema secondo cui sono disposte le ance: le lamelle sono ordinate per coppie di suoni differenti che suonano alternativamente, a seconda del movimento del mantice o, nel caso dell'armonica a bocca, della respirazione del suonatore.

 

È detto anche sistema a doppia intonazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bottoni

 

I tasti rotondi delle fisarmoniche cromatiche e diatoniche (organetti), chiamati così per la loro forma.

 

A fianco, i tradizionali bottoni di madreperla di un organetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 C

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cambiavoce

 

Registro che permette di aggiungere o sottrarre al funzionamento un'ancia supplementare, al fine di variare il timbro dello strumento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Canto

 

L'insieme delle ance nella cassa contrapposta a quella armonico-ritmica dei bassi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Castello

 

Vedi soniera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Concertina

 

Aerofono meccanico ad ance libere di forma esagonale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cromatica

 

Scala di dodici suoni che si succedono per intervalli di semitoni.

 

Sono cromatiche tutte le fisarmoniche che permettono di utilizzare la gamma completa dei dodici suoni.

 

Nell'uso comune sono chiamate "cromatiche" le fisarmoniche a bottoni a sistema unitonico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 D

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Diatonica

 

Scala formata da cinque intervalli di tono e due di un semitono.

 

Sono diatoniche le fisarmoniche i cui suoni sono ordinati per scale diatoniche, ad esempio gli organetti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ditale

 

Cinghietta di pelle che nell'organetto accoglie il pollice della mano destra, per consentire una più sicura posizione della mano sulla tastiera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Du' botte"

 

Denominazione dialettale nell'Italia Centro-Meridionale dell'organetto a due bassi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 I

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Impellatura

 

Termine usato dagli artigiani della fisarmonica per indicare l'operazione di incollaggio sulle piastrine delle ance di striscette di pelle, le quali hanno funzione di valvole automatiche.

 

A fianco, marcata in rosso, la striscetta di pelle che nasconde, nella foto, la seconda, sottostante ancia: il flusso d'aria proveniente dal mantice ovvero dall'esterno, a seconda del movimento estraente e comprimente dell'esecutore, schiaccia questa semplicissima ma efficace "valvola", impedendo all'ancia nascosta di vibrare e, quindi di produrre il suono - l'ancia visibile nella foto ha la rispettiva striscetta sul retro della piastrina e, all'alternarsi della direzione flusso d'aria, sarà a sua volta impedita ad emettere il suo suono (principio meccanico del sistema bitonico).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incrociata

 

Cinghietta di pelle che nell'organetto accoglie il pollice della mano destra, per consentire una più sicura posizione della mano sulla tastiera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 L

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lamella

 

Vedi ancia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lineare

 

Tecnica esecutiva di digitazione sull'organetto, che consiste nell'uso di una sola fila di tasti per suonare una melodia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 M

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Manale

 

Cinghia di pelle sulla cassa dei bassi di una fisarmonica nella quale viene infilata la mano sinistra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mantice

 

O "soffietto", costituito da due telai rettangolari di legno uniti tra loro da quattro lati di cartone pieghettato ed estensibile, il cui movimento genera il flusso di aria necessario alle ance per produrre i suoni. 

 

A fianco, l'interno del mantice di un organetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Melodeon

 

Aerofono meccanico ad ance libere diatonico, a sistema "bitonico", di origine tedesca, molto usato per la musica "cajun" in Luisiana, U.S:A.: ha, a destra, una tastiera con dieci tasti su una sola fila e, a sinistra, due bassi. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 O

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Organetto di Barberia

 

Strumento meccanico semiautomatico che si suona girando una manovella, la quale mette in funzione sia il mantice che un meccanismo capace di produrre automaticamente la melodia, impostata in precedenza, tramite un rotolo di carta perforata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Organino

 

Denominazione dialettale dell'organetto. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 P

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piastrina

 

Lamiera di alluminio rettangolare con due asole, su cui sono fissate due ance di acciaio armonico libere di vibrare. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 S

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Semidiatonica

 

O "semitonata", tipo intermedio di transizione dalle fisarmoniche diatoniche a quelle cromatiche: i bassi sono "unitonici" mentre i tasti del canto sono di tipo diatonico a doppia intonazione. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serramantice

 

Cingietta di pelle o gancio di metallo per bloccare il mantice in condizioni di riposo. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Soffietto

 

Vedi mantice

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Soniera

 

O "somiera", struttura di legno su cui vengono disposte le piastrine che sostengono le ance.

 

All'interno di un organetto possono esserci diverse soniere: quelle verticali sono dette "a castello".

 

A fianco, tre soniere o castelli montati nel cosiddetto "canto" di un organetto: da notare su ciascuna le serie compatte di piastrine e du ciascuna di esse la rispettiva ancia visibile (scura) e la striscetta di pelle (chiara) che copre l'altra ancia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Sonettu"

 

Denominazione sarda, insieme ad "organittu", dell'organetto. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sonino

 

Altro modo diffuso di denominazione dell'organetto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Specchietti

 

Ornamenti tipici degli organetti a due, quattro e otto bassi, consistenti in due rettangoli incavati sulla cassa del canto, per contenere fotografie o altro, ricoperti da un vetrino. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spillo

 

Perno di ottone che tiene incernierati i tasti sulla tastiera del cantabile dell'organetto. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 U

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Unitonico

 

L'opposto del "bitonico": le due ance montate sulla piastrina sono accordate con la stessa intonazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 V

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vocette

 

I tasti più piccoli, disposti in seconda fila, nella tastiera del canto degli organetti a due e quattro bassi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Voci

 

Le serie complete di ance di cui dispone il canto di un organetto.