Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi l'immagine

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

"No comments!" – Dal web senza commenti

Pagina in costruzione: rinnovare la pagina con il browser per essere sicuri di visualizzarne la versione più recente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Figli di un altro dio?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le "foibe" finora conosciute

Abisso di Bertarelli, Pinguente

Abisso di Semich, presso Lanischie

Abisso di Semez

Cava di bauxite di Gallignana

Cava di bauxite di Lindaro, presso Pisino

Foiba di Barbana

Foiba di Basovizza, Trieste

Foiba di Beca

Foiba di Brestovizza

Foiba di Campagna, Trieste

Foibe di Capodistria

Foiba di Casserova

Foiba di Castelnuovo d'Istria

Foiba di Cernizza

Foiba di Cernovizza, Pisino

Foiba di Cocevie

Foiba di Corgnale

Foiba di Cregli

Foiba di Drenchia

Foiba di Gargaro, Gorizia

Foiba di Gimino, Pola

Foiba di Gropada

Foiba di Iadruichi

Foiba di Jurani

Foiba di Monrupino, Trieste

Foiba di Obrovo, Fiume

Foiba di Odolina

Foiba di Opicina

Foiba di Orle

Foiba di Pucicchi

Foiba di Podubbo

Foiba di Raspo

Foiba di Rozzo

Foiba di San Lorenzo di Basovizza

Foiba di San Salvaro

Foiba di Scadaicina

Foiba di Semi, Istria

Foiba di Sepec, Rozzo

Foiba di Sesana

Foiba di Surani

Foiba di Terli, Comune di Barbana d’Istria

Foiba di Treghelizza

Foiba di Vescovado

Foiba di Vifia Orìzi

Foiba di Vines

Foiba di Zavni, Foresta di Tarnova

Al di là dei numeri le persone

Gli oltre 1.000 nomi dei deportati ed infoibati di Gorizia

 

Foibe

Cos'è una "foiba"?

Le foibe nel contesto storico

I massacri delle foibe

Il genocidio e l'esodo italiano - "istriano" o "giulio-dalmata" - dalla Jugoslavia

Le "foibe" finora conosciute

Nostalgie pericolose

Giù le mani dalla storia!

 

I diritti umani

I diritti dei bambini e degli adolescenti

I diritti degli animali

Pace, nonostante tutto

Mai più Gott Mit Uns!

God Bless America!

Emmanuel

Gli Stati Uniti d'Italia

La Cina si prepara

L'ultimo fallimento – "Buy buy, China!"

Corporated States of America

Criminali e crimini di guerra

Figli di un altro dio?:

- Hiroshima

- Cortina di ferro

- Vietnam

- Cambogia

- Afganistan

- Cecenia

- Tibet

- Balcani

- Iraq

Uomo di colore

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

 

Le "foibe" finora conosciute (in ordine alfabetico)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito elencate alcune delle foibe naturali e cave o pozzi minerari dai quali sono stati con certezza e documentatamente riesumati resti umani.

 

Da notare come finora sia stato possibile recuperare soltanto una minima parte delle salme e di queste sia stato a sua volta possibile identificare soltanto una minima parte.

 

 

 

 

 

 

 

 

La cartina del confine nord-orientale italiano con Slovenia e Croazia con la penisola di Istria: le principali foibe sono contrassegnate in blù.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abisso di Bertarelli, Pinguente

 

In questo abisso non è possibile eseguire il recupero delle salme nel periodo 1943-1945.

 

Gli abitanti del luogo raccontano del passaggio di colonne di prigionieri ogni sera, ma mai nessuno di loro è tornato.

 

Abisso di Semich, presso Lanischie

 

Profondo 190 metri, un'ispezione del 1944 accerta che nel settembre 1943 vi sono state fatte precipitare circa 100 vittime italiane, militari e civili, uomini e donne, quasi tutti prima seviziati ed ancora vivi: gente del luogo testimonia di aver sentito per giorni le urla ed i lamenti dei rimasti in vita nella cavità.

 

Impossibile calcolare il numero di quelli che vi siano stati gettati a guerra finita, nel '45, e successivamente.

 

Abisso di Semez

 

Il 7 maggio 1944 vi vengono individuati i resti di circa 80-100 persone.

 

Secondo testimonianze rese, di nuovo "usato" nel 1945.  

 

 

 

 

 

Cava di bauxite di Gallignana

 

Tra il 31 novembre e l'8 dicembre 1943 vi vengono recuperate 23 salme, di cui 6 identificate.

 

Cava di bauxite di Lindaro, presso Pisino

 

Lindaro o Lindar, presso Pisino o Pazin, su un promontorio a 456 metri di altitudine dal quale domina la valle del Foiba.

 

Don Angelo Tarticchio, 36 anni, originario di Gallesano d’Istria e parroco di Villa di Rovigno, viene arrestato il 16 settembre 1943, ingiuriato, picchiato, seviziato insieme a circa 30 dei suoi parrocchiani ed infine fatto precipitare in questa "foiba": alla riesumazione il corpo è completamente nudo, ha una corona di spine in testa ed i genitali in bocca.

 

Foiba di Barbana

 

In questa foiba non è possibile eseguire il recupero delle salme nel periodo 1943-1945.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foiba di Basovizza, Trieste

 

Basovizza o Bazovica, una frazione del Comune di Trieste, a nord-est della città sull'altopiano del Carso, a 377 metri di altitudine, abitata prevalentemente dalla comunità linguistica slovena.

 

 

La cosiddetta "foiba" è il pozzo minerario carbonifero di Šoht, dell'inizio del 1900 poi abbandonato perché improduttivo: tra il 3 e il 7 maggio 1945 viene usato dall'esercito jugoslavo per disfarsi di centinaia di cadaveri di prigionieri uccisi, sia militari che civili, di cui molti italiani.

 

Testimoni oculari dichiarano che vengono gettati o costretti a saltare nella foiba (oltre 500 persone sarebbero gettate nel pozzo ancora vive!) gruppi da 100 a 200 persone: un barbaro eccidio.

 

Tra i responsabili degli infoibamenti a Basovizza la cosiddetta "Banda Zoll-Steffè", che imperversa nelle carceri triestine dei Gesuiti con il nome "Guardia del Popolo".

 

 

La "Libera Stampa" pubblica il 1 agosto 1945 un articolo dal titolo:

 

"Il massacro di Basovizza confermato dal CLN giuliano. Piena luce sia fatta in nome della civiltà. Una dettagliata documentazione trasmessa alle autorità alleate della zona ed al Governo italiano".

 

L'articolo riporta un documento di denuncia, sottoscritto da tutti i componenti del CLN e dell'Ente Costitutivo Autonomia Giuliana, dei crimini perpetrati a Trieste tra il 2 ed il 5 maggio 1945:

 

"Centinaia di cittadini vennero trasportati nel cosiddetto 'Pozzo della Miniera' in località prossima a Basovizza e fatti precipitare nell'abisso profondo 240 metri.

Su questi disgraziati vennero in seguito lanciate le salme di circa 120 soldati tedeschi uccisi nei combattimenti dei giorni precedenti e le carogne putrefatte di alcuni cavalli.

Al fine di identificare le salme delle vittime e rendere possibile la loro sepoltura abbiamo chiesto consiglio agli esperti che hanno collaborato, a suo tempo, al recupero delle salme nelle foibe istriane.

L'attrezzatura a disposizione dei nostri esperti non è sufficiente data l'eccezionale profondità del pozzo, il numero delle salme e lo stato di putrefazione delle stesse..." 

 

 

Davanti alle accuse di uccisioni indiscriminate, esponenti antifascisti inclusi, il 5 agosto 1945 il "Primorski Dnevník" smentisce l'uccisione di patrioti italiani ma ammette l'infoibamento di italiani a Basovizza, in particolare di poliziotti e finanzieri:

 

"... questa nuova Jugoslavia del maresciallo Tito, che per il numero delle vittime, per la vittoria comune occupa senza dubbio il secondo posto, dopo l'Unione Sovietica e che è rispettata ed onorata dalla popolazione slovena, croata e italiana di questa regione, non è possibile che abbia oltre alla Guardia di Frontiera fascista, ai poliziotti, gettato nelle foibe anche i combattenti che hanno combattuto da fratelli per la nuova Jugoslavia e dieci soldati neozelandesi...

... sulla terra che ha sofferto per 25 anni il terrore snazionalizzatore italo-fascista si è combattuto per anni contro i nazi-fascisti assieme ad onesti italiani ed antifascisti [...] non è questa la prima e nemmeno l'unica grotta dove si polverizzano le ossa dei criminali italiani e tedeschi e di quelli che si sono opposti...".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa foiba, insieme a quella di Monrupino, una delle pochissime in territorio italiano, viene tardamente riconosciuta come "monumento d'interesse nazionale" solo nel 1980 e dovranno trascorrere altri 11 anni fino a che un Presidente della Repubblica Italiana la visitasse: lo fa infatti per la prima volta Francesco Cossiga nel 1991.

 

E finalmente l'anno seguente il nuovo Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro dichiarerà, con decreto 11 settembre 1992, questo pozzo minerario abbandonato e "foiba" per i massacri di cui rimane testimone e per i resti umani che ancora custodisce, monumento nazionale insieme appunto alla Foiba di Monrupino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foiba di Brestovizza

 

Il "Giornale di Trieste" del 14 agosto 1947 riporta testimonianze della fine di una donna qui infoibata:

 

"...gli assassini l'avevano brutalmente malmenata, spezzandole le braccia prima di scaraventarla viva nella foiba.

Per tre giorni, dicono i contadini, si sono sentite le urla della misera che giaceva ferita, in preda al terrore, sul fondo della grotta..."

 

Foiba di Campagna, Trieste

 

Secondo testimonianze rese nel 1946, in questa e nelle foibe di Opicina e di Corgnale vengono infoibate circa 200 persone, inclusi donne e bambini.

 

Foibe di Capodistria

 

Leander Cunja, responsabile della "Commissione di indagine sulle foibe del Capodistriano", nominata dal Consiglio Esecutivo dell'Assemblea Comunale di Capodistria, dichiara:

 

"... Nel Capodistriano vi sono 116 cavità, delle 81 cavità con entrata verticale abbiamo verificato che 19 contenevano resti umani.

Da 10 cavità sono stati tratti 55 corpi umani che sono stati inviati all'Istituto di Medicina Legale di Lubiana.

Nella zona si dice che sono finiti in foiba, provenienti dalla zona di S. Servolo, circa 120 persone di etnia italiana e slovena, tra cui il parroco di S. Servola, Placido Sansi.

I civili infoibati provenivano dalla terra di S. Dorligo della Valle. ..."

 

I Capodistriani vengono deportati ed uccisi nell'entroterra, verso Pinguente.

 

A rendere ancora più difficile, se non impossibile, l'ispezione delle foibe del Capodistriano, il loro dissacrante utilizzo nel dopoguerra quali pubbliche discariche di rifiuti industriali, utilizzate, tra gli altri, da un salumificio locale!

 

Foiba di Casserova

 

Sulla strada di Fiume, tra Obrovo e Golazzo.

 

Vi vengono precipitati militari tedeschi e civili italiani e sloveni, uomini e donne molti dei quali ancora vivi, poi versata benzina e gettate bombe a mano, in modo da farne saltare l'imboccatura: difficilissimo il recupero delle salme.

 

Foiba di Castelnuovo d'Istria

 

Un rapporto del CLN riporta come queste foibe istriane, già "usate" nell'ottobre 1943, vengano "riutilizzate" alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

 

Foiba di Cernovizza, Pisino

 

Nell'autunno 1945 l'imboccatura della foiba viene fatta franare: gli abitanti del luogo riferiscono di circa 100 vittime qui infoibate.

 

Foiba di Cocevie

 

A 70 chilometri a sud-ovest di Lubiana.

 

Foiba di Corgnale

 

Secondo testimonianze rese nel 1946, in questa e nelle Foibe di Opicina e di Campagna vengono infoibate circa 200 persone, inclusi donne e bambini.

 

Foiba di Cregli

 

Nel dicembre 1943 vi vengono recuperate 8 salme, tutte identificate.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foiba di Drenchia

 

Secondo testimonianze rese, vi sarebbero i cadaveri dei partigiani dell'Osoppo, di donne e ragazzi.

 

Foiba di Gargaro, Gorizia

 

Gargaro o Podgomila: vi vengono gettate circa 80 persone.

 

Foiba di Gimino, Pola

 

In questa foiba non è possibile eseguire il recupero delle salme nel periodo 1943-1945.

 

Ritrovato in zona il corpo di Giuseppe Cerneva con evidenti segni di lapidazione.

 

Foiba di Gropada

 

Il 12 maggio 1945 vi sono fatte precipitare 34 persone, secondo il "rituale" prima della svestizione e poi del colpo di pistola alla nuca.

 

Tra le vittime con un nome: Angelo Bisazzi, Dora Ciok, Alberto Marega, Domenico Mari, Luigi Zerial e Rodolfo Zuliani.

 

Foiba di Iadruichi

 

Foiba di Jurani

 

In questa foiba non è possibile eseguire il recupero delle salme nel periodo 1943-1945.

 

Foiba di Monrupino, Trieste

 

Oggi monumento nazionale insieme alla Foiba di Basovizza.

 

Foiba di Obrovo, Fiume

 

Contiene con quasi assoluta certezza i resti di molti fiumani deportati senza ritorno.

 

Foiba di Odolina

 

Vicino Bacia, sulla strada per Matteria, nel fondo dei Marenzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foiba di Opicina

 

Secondo testimonianze rese nel 1946, in questa e nelle Foibe di Campagna e di Corgnale vengono infoibate circa 200 persone, inclusi donne e bambini.

 

Foiba di Orle

 

In questa e nella Foiba di Sesana, nel 1946 vengono recuperati corpi infoibati.

 

Foiba di Pucicchi

 

Nel novembre 1943 vi vengono recuperate 11 salme, di cui 4 identificate.

 

Foiba di Podubbo

 

Profonda di 190 metri, non è stato possibile il recupero delle salme, ma nel 1945 un'ispezione della voragine ne conferma il macabro utilizzo, individuando 5 corpi non identificabili a causa dell'avanzata decomposizione, tra cui quello di una donna completamente nuda.

 

Foiba di Raspo

 

Usata sia nel 1943 che nel 1945: imprecisato il numero delle vittime, molte di etnia italiana.

 

Foiba di Rozzo

 

Foiba di San Lorenzo di Basovizza

 

Foiba di San Salvaro

 

Foiba di Scadaicina

 

Sulla strada di Fiume.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foiba di Semi, Istria

 

In questa foiba non è possibile eseguire il recupero delle salme nel periodo 1943-1945.

 

Foiba di Sepec, Rozzo

 

Foiba di Sesana

 

In questa e nella Foiba di Orle, nel 1946 vengono recuperati corpi infoibati.

 

Foiba di Surani

 

Sulle pendici del monte Croce, a Villa Surani.

 

Nel novembre 1943 vi vengono recuperate 26 salme, di cui 21 identificate: fra le vittime Norma Cossetto, universitaria, figlia del Segretario del Fascio locale, fucilata, le vengono recisi i seni e conficcato un pezzo di legno nella vagina.

 

Foiba di Terli, Comune di Barbana d’Istria

 

Nel novembre 1943 vi vengono recuperate 24 salme, tutte identificate.

 

Nella zona di Fasana, le tre sorelle Radecca, Albina, 21 anni ed in avanzato stato di gravidanza, Caterina, 19 anni, e Fosca, 17 anni, vengono ripetutamente violentate: i corpi riesumati riveleranno che due di loro sono state gettate vive nell’inghiottitoio.

 

Foiba di Treghelizza

 

Nel novembre 1943 vi vengono recuperate 2 salme, entrambi identificate.

 

Foiba di Vescovado

 

Vi vengono scoperte 6 salme, di cui solo una identificata.

 

Foiba di Vifia Orìzi

 

Gli abitanti del luogo testimoniano che nel maggio 1945 lunghe file di prigionieri, scortate da partigiani, vengono condotte verso la voragine.

 

Dalle testimonianze concordi è possibile calcolare a circa 200 le persone eliminate.

 

Foiba di Vines

 

Tra il 16 ed il 25 ottobre 1943 il Maresciallo Harzarich vi recupera 84 salme, di cui 51 identificate.

 

L'unico superstite, tale Giovanni Radeticchio, racconta che le vittime vengono prima torturate e poi fatte precipitare con una pietra legata con un filo di ferro alle mani e che, terminato l'eccidio, vengono lanciate all'interno della foiba delle bombe a mano: una vera "procedura" da manuale, date le numerosissime testimonianze!

 

Foiba di Zavni, Foresta di Tarnova

 

Contiene i resti di molti Carabinieri in servizio a Gorizia e di centinaia di Sloveni in opposizione al regime.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al di là dei numeri le persone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando si parla di cifre e di statistiche - vuoi di guerre, di mafia, di femminicidi, di disoccupazione, di povertà, di malnutrizione, di  malattie, di analfabetismo - si dimentica troppo facilmente come ad ogni numero corrisponda un nome, un volto, una storia, un mondo, una vita.

 

Per ridare sensibilità percettiva ai nostri sensi e alla nostra mente, ecco qui di seguito un solo esempio, una delle "liste" riguardanti i documentati eccidi sul nostro confine orientale occorsi durante, alla fine e dopo la Seconda Guerra Mondiale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli oltre 1.000 nomi dei deportati ed infoibati di Gorizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le seguenti liste, riportate da molti siti e blog soprattutto di Destra o Estrema Destra o "Destra Militante", riguardano le deportazioni da Gorizia in Slovenia nel solo 1945.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei servitori dello Stato e militari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista degli Agenti di Pubblica Sicurezza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Accampora Pasquale, nato a Resina (Napoli)

Adamo Emilio, nato a Ripi (Frosinone)

Adamo Gennaro, nato a Pozzuoli (Napoli)

Anfuso Aurelio, nato a Castelferrato (Enna);

Anzaloni Bruno, nato a S. Agata Bolognese

Antuoro Guido, nato a Versano (Napoli)

Aurisicchio Francesco, nato a Ostuni (Brindisi)

Avellino Luigi, nato a Civitavecchia

Aloè Nicola, nato a Longobardi (Casetta)

Barbierato Umberto, nato a San Martino di Venezze (Rovigo)

Bellanza Giovanni, nato a Mussomeli (Caltanisetta)

Berti Giuseppe Ottavio, nato a Pianiga (Vicenza)

Bertela Giuseppe, nato a Salle delle Langhe (Cuneo)

Bianco Rosario, nato a Modica (Ragusa)

Blundetto Tommaso, nato a Scicli (Ragusa)

Borelli Carlo, nato a Camaiore (Lucca)

Bosso Giuseppino, nato ad Asti

Bucchieri Giuliano, nato a Pietraperzina (Enna)

Buffoni Mario, nato a Montignosso (Massa Ferrara)

Burlo Giovanni, nato a Noto Siracusa

Buccino Roberto, nato a Bianzè (Vicenza)

 

 

Cairone Giuseppe, nato a Comittini (Agrigento); Cantile Domenico, nato a Villa di Briano (Caserta);

Cantile Vigilante, nato a Villa di Briano (Caserta);

Cantone Domenico, nato a Catania;

Caratozzolo Salvatore, nato a Messina;

Casini Luigi, nato a Massaro (Lucca);

Cesaro Armidio, nato a Torreglia (Padova);

Chianese Antonio, nato a Villarico (Napoli);

Cnipa Lionetto, nato a Tubo sul Trasimeno (Perugia);

Chiuzzelin Nazzareno, nato a Fiume;

Ciccarone Giovanni, nato a Bitonto (Bari);

Cinerari Guerrieri Antonio, nato a Vazzola (Treviso);

Colussi Antonio, nato a Cormons;

Coppola Ciro, nato a San Giovanni Teduccio (Napoli;

Corderò Michele, nato a Vernate (Cuneo);

Crea Giuseppe, nato a Motta San Giovanni (Reggio Calabria);

De Dominicis Assunto, nato a Monte Argentario (Grosseto);

Delle Vergini Antonio, nato a San Marco in Lamis (Foggia);

Dell’Orco Angelo, nato a Alatri (Fresinone);

De Petri Mario Valentino, nato a Udine; 

Di Lauro Vincenzo Pietro, nato a Manduria (Taranto;

 

Di Stefano Severino, nato a Ocre (L’Aquila); Eremita Carlo, nato a Noia (Napoli);

Farzaglia Giuseppe;

Fezzi Walter, nato a Gazzo Veronese (Novara);

Forcisi Francesco, nato a Catania;

Forcisi Paolo, nato a Catania;

Giliberto Rosarsio, nato a Partana (Trapani);

Giordano Raffaele, nato ad Ariano Irpino (Avellino;

Garzarelli Giuseppe, nato a Ortona (Chieti);

Ingrao Antonino, nato a Palermo;

Isidori Vincenzo, nato a Carpendolo (Brescia);

Lamberti Vincenzo, nato a Castel San Giorgio (Palermo);

Licitra Giovanni, nato a Ragusa;

La Micela Carmelo, nato a Scicli (Ragusa);

Manzione Domenico, nato a Postiglione (Salerno);

Mizza Santo Paolino, nato a Lusevera (Udine);

Montresor Umberto, nato ad Avio (Trento);

Mazzacca Tullio, nato a Mignano Montelungo (Napoli);

Monaco Nicola, nato a Caserta;

Oìivieri Pasquale, nato a Corato (Bari);

Pasquale Carmelo, nato a Turci Siculo (Messina);

Pennelli Vito, nato a Modugno (Bari);

 

Pierasco Luigi; Puglisi Giovanni, nato a Nicosia (Enna);

Putignano Aurelio, nato a Casoria (Napoli);

Pasqual Carlo, nato a Jesolo (Venezia); Promutico Franco;

Querini Cosimo, nato a Pasian di Prato (Udine);

Romeo Delfio, nato a Taormina;

Scarabei Aldo, nato a Maserada di Piave (Treviso);

Sciammanini Bruno, nato a Roma;

Severino Stefano; Sortino Gaetano, nato a Caltagirone (Catania);

Savo Sardaro Gerardo, nato a Torrice di Frosinone;

Tenavi Giulio, nato a Fiesso Umbertino (Rovigo);

Tomadini Dino, nato a Udine;

Tagliasacchi Francesco, nato a Messina;

Ventin Giovanni, nato a Castelier di Visinada (Istria);

Ventura Giorgio, nato a Taranto;

Zuccoli Mario, nato a Trieste;

D’Ermo Orlando; Gobbo Antonio;

Piscopello Amleto, nato a Aliste (Lecce).

Pezzato Augusto, nato a Morgeno (Treviso); Pezzone Giovanni, nato a Parete (Cesena).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei deportati dall’Ospedale militare del Seminario Minore a Gorizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bandeli Luigi (Bandelj Alojz), nato a Comeno;

Bologna Umberto, nato a Isola d’Istria;

Brescia Antonio, nato a Gorizia;

Brighetto Tullio; Brosolo Duilio, nato a Trieste;

Contin Bruno;

Covacich Umberto (Kovacich Humbert), nato a Trieste;

De Lorenzo Domenico, nato a Milano;

De Simon Aldo, nato a Maipu (Argentina);

 

Ferrerò Ferruccio, nato a Genova;

Fornasetti Romeo (Fornasaric), nato a Gorizia;

Furlani Oliviero Antonio, nato a Sanvincenti d’Istria;

Gabrijelcic Rudolf, nato a Anhovo;

Gerussi Benito, nato a Treppo Grande (Udine);

Giovanetti Diego, nato a Genova;

Li Gioì Corrado, nato a Gorizia;

 

Mirengo Fulvio, nato a Trieste;

Moscarda Luciano, nato a Rovigno;

Nucci Luigi; Orel Elios, nato a Trieste;

Pochet Felice, nato a Napoli;

Puissa Giovanni Matteo, nato a Trieste;

Risotti Natale, nato a Novara;

Spazzai Mario (Spacai Mario), nato a Trieste;

Suggin Francesco (Sugin Frane);

 

Ubaldini Cesare, nato a Trieste;

Vidic Pietro (Vidic Peter); Anzil Liberale;

Rupe Milan, nato a Opicina (Trieste);

Crosato Massimo, nato a Treviso;

Vaneti Filippo, nato a LavenoMontebello (Varese).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei prelevati dalle Carceri dell’Ozna a Lubiana dalla fine di dicembre 1945 e all’inizio del 1946

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Battello Marino, nato a Brno (Cecoslovacchia); Caloro Giuseppe, nato a Tricase (Lecce); Cassanego Emilio, nato a Gorizia;

Luciani Oscar, nato a Fiume;

 

Marcosig Mario, nato a Mossa (Gorizia);

Mosche Vito, nato a Trzic nella Carniola Superiore (Neumarkt, D);

Olivi Licurgo, nato a Bagolo di Piano (Reggio Emilia);

 

Olivo Engilberto, nato a Gorizia;

Pagliaini Mario, nato a Genova;

Panebianco Santo, nato a Cerignola (Foggia);

Rufolo Alberto, nato a Eboli (Salerno);

 

Rupeni Furio (Rupnik), nato a Trieste;

Sverzutti Augusto, nato a Terzo di Aquileia (Udine);

N.N., nato a Monopoli (Bari).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista degli appartenenti al XIV Battaglione Costiero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Corrente Giordano, nato a Trieste;

Cosulich Teofilo, nato a Gradisca d’Isonzo (Gorizia);

Micheloni Silvano, nato a San Pietro al Natisone (Udine);

Rigo Angelo, nato a Udine;

Scrobogna Alter (Walter, Augero, Angelo), nato a Fiume;

 

Vellenich Antonio, nato a Portole d’Istria;

Zanuttini Gino, nato a San Giovanni al Natisone (Udine);

Corrazzato Benito, nato a Fiume;

Corrazzato Rodolfo, nato a Fiume;

Deconi Antonio, nato a Villanova di Parenzo;

 

Genisa Francesco, nato a Sambusa, (Sicilia);

Luccarini Marino, nato a Trieste;

Schmidt Nevio, nato a Fiume;

Superina Silvio (Livio);

Marsanich Aurelio, nato a Fiume;

Gallovich Valentino, nato a Fiume;

 

Januale Raffaele, nato a Fiume;

Zulich Mario, nato a Fiume;

Negro Andrea, nato a Fiume;

Canto Giovanni;

Ricabon Aureliano;

Luciani Marino;

Zanarolo Giuseppe.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei Finanzieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Adorno Riccardo, nato a Napoli;

Anacoreto Umberto;

Candileno Salvatore; Capodiferro Antonio, nato a Gioia del Colle (Bari);

Carbone Michele; Della Zona Giovanni;

Diez Francesco;

 

Faè Giuseppe, nato a Sassari;

Genda Antonio; Indiani Gennaro;

Mariniello Agostino, nato a Parete;

Marra Francesco, nato a Marano (Napoli);

Masara (Masala) Pietro;

 

Michele Bruno, nato a Lecce;

Mirabella Ignazio;

Mucelli Giacomo;

Occhioni (Orecchioni)

Pasquale, nato a Sassari; Pintore Gianbattista; 

Santariello Felice;

Scopelliti Luigi;

 

Sias Antonio;

Suligoj Pavel (Suligoi Paolo);

Vassilich (Vasilic) Pietro;

Bruno Michele;

Chiapparmi Giovanni;

Fusco Michele.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei Carabinieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abate Umberto, nato a Santo Lucido (Cosenza);

Abeni Sante, nato a Loria (Treviso);

Affrunti Francesco;

Andaloro Giuseppe, nato a San Cataldo (CI);

Allegretti Giovanni;

Bassani Paolo, nato a Volterra (Pisa);

Bergognini Giacomo, nato a Calpenaso (Brescia);

Betti Guido;

Cimino Pasquale;

Cossetto Albino, nato a Visinada d’Istria;

Dalle Nogare Otello, nato a Vicenza;

Dalla Valle Antonio, nato a Santa Maria Capua Vetere (Napoli);

Di Donna Antonio;

Dugo Giuseppe, nato a Patagonia (Catania);

Famichetti Giuseppe;

Fiore Agostino;

Frisco Salvatore;

Fusano (Fusaro) Mario;

 

Fabiano (Fabiani) Salvatore;

Ferruzzi Alessandro;

Gagliato Francesco (Galioto), nato a Siracusa;

Gagliotti Gino;

Gattiglia Carlo, nato a Rimini;

Grispo Angelo (Crispo), nato a Palermo;

Guarini Pasquale, nato a Montalbano di Fasano (Brindisi);

Guarnieri Carmelo (Guagliardi);

Grilotti Dino; Giuliani Salvatore;

Intilisano (Iutilisano) Biagio, nato a Messina;

Laura Silvio (Silvestro, Estero, Salvatore), nato a Baiardo (Imola);

Leone Salvatore, nato a Cinisi (Palermo);

Lorenzini Raffaele; Luisi Luigi, nato a Putignano (Bari);

Lombardo Giovanni; Marone Alfonso;

 

Marzocca Ruggero, nato a Barletta;

Miccoli Rocco Ciro, nato a San Marzano (Taranto);

Mirenzi Gaetano, nato a Vazzano (Catanzaro);

Moretti Guido, nato a Roma;

Masinara Bruno;

Modenini Fiore;

Morittu G. Battista;

Musumeci Orazio, nato a Giarre (Catania);

Nastasi Sante;

Pino Addelico, nato a Cassarano (Lecce);

Pavan Giuseppe (Clemente);

Prescianotto Mario;

Picchierri Cosimo;

Cesare Rosario, nato a Messina;

Rossi Isaia, nato a Tretto (Vicenza);

Ricci Ernesto, nato a Sezzo Romano;

Rioldi Giordano; Salari Fiore, nato a Fabriano (Ancona);

 

Saletti Giuseppe;

Scrioni Francesco, nato ad Abbiategrasso (Milano); Silvestri Mario, nato a Monfalcone;

Spada Cosimo;

Tancredi (Tangrei) Giuseppe, nato a Roma;

Totaro (Todaro) Natale, nato a Fiumedinisi (Messina);

Volante Gerardo;

Zilli Cosimo, nato a San Cesareo (Lecce);

Zuch Massimo, nato a Oberslinger (Germania);

Zanotti Luciano;

Zaninelli Giovan Battista;

Pellegrino Raffaele, nato a Napoli;

Dessi Ignazio;

Garbino Antonio;

Totaro Libero;

Orlandini Benigno;

Valente Gerardo;

Draicchio Rocco;

Salta Agostino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dell'MDT - Milizia Difesa Territoriale (Forze Armate della R.S.I. sul confine orientale) IV Reggimento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antonaci Nicola, nato a Gallipoli (Lecce); Bastante Gìno, nato a Padova; Bosio Gino, nato a Sazzara (Mantova); Buiatti Antonio, nato a Feletto Umberto (Udine); Bonello (Benello) Bruno (Teobaldo);

 

Candutti Mario, nato a Gorizia; Cosulini (Kozlin) Ugo (Cusolini); Fabiani Giuseppe, nato a Gorizia; Gabrielcich (Gabrijelcic Gabrielli) Rodolfo(Rudolf);

Goriup (Gori, Gorjup) Guerrino (Vojko), nato a Lestizza (Udine);

 

Josini Ervino, nato a Gorizia; Jacopalli Francesco; Jakopelli Procopio; Lippi Virgilio, nato a Gorizia; Loria Claudio, nato a Gorizia; Massari (Masari) Mario, nato a Gorizia;

 

Mazzolin(i) Longino, nato a Gorizia; Panizza Vincenzo, nato a Gonzaga (Mantova); Quarantotto Augusto, nato a Pola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei Bersaglieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Argenti Fabio, nato a Terni;

Asterini Mario, nato a Vicenza;

Borghese Mario, nato a Trieste;

Bichelli Nicola, nato a Vicenza;

Cadoppi (Cadotti) Vittorio, nato a Reggio Emilia;

Debei (Debel) Armando, nato a Chioggia;

Debei (Debei) Augusto, nato a Chioggia;

Dubbini (Dubin) Giorgio, nato a Terni;

De Cleva Bruno, nato a Visignano d’Istria;

Julita Francesco, nato a Messina;

Landò Caterino, nato a Pasiano (Pordenone);

Mastinu Giovanni, nato a Nuoro;

Muracca Antonio, nato a Reggio Calabria;

Principato Carmelo, nato a Messina;

Pregnolato Vittorio, nato a Pavia;

Ravenna Giovanni, nato a Milano;

Stefani Marcello, nato a Treviso;

 

Bertoluzzi Marino, nato a Venezia;

Busatti Oscar, nato a Ferrara;

Degoli Franco, nato a Modena;

Di Giorgi (Di Giorgio) Giovanni, nato a Vico Gargano (Foggia);

Di Stefano Salvatore, nato a Pozzogallo di Ragusa;

Ferro Pietro (Giuseppe), nato a Venezia;

Flaminio Silvano, nato a Castel Gandolfo (Roma);

Flaminio Vladimiro, nato a Brescia;

Gagliotti Roberto, nato a Vittorio Veneto;

Marigliano Ennio, nato a San Paolo di Piave;

Porro Riccardo, nato ad Andria (Bari);

Scaringi Domenico, nato a Tripoli;

Simone Giacomo, nato a Venezia;

Toderini De Gagliardis Dalla Volta Vincenzo, nato a Pisa;

Miotto Dante, nato a Piazzola sul Brenta (Padova);

D’Alessio Alberto, nato a Napoli;

 

 Macchi Giorgio, nato a Trieste;

Spongia Romeo, nato a Trieste;

Pisano Giuseppe, nato a Mogoro (Cagliari);

Arcangeli; Barozzi Alfredo;

Barucci Sandrino;

Belletti;

Capetto Italo;

Cardinale (Cardinali) Giuseppe, nato a Maggioné (Perugia);

Cattini Bruno, nato a Chioggia;

Chiacchio Giuseppe; Del Cocco Antonio;

De Vita Luigi; Galli Alfredo;

Guadagnini Luigi; Impellizzieri;

Loner;

Mannuppelli Giuseppe;

Manicardi Enrico (Ennio);

Mazzi Atebano, nato a Capoliveri (Livorno);

Manzoni Luigi;

Marchiori Primo, nato a Lendinara (Rovigno);

Marte Giovanni;

Masazza Cesare;

Massimo Loreto;

Mileti Milvio, nato a Roma;

 

 

Pacinico Sergio;

Peviani Renzo, nato a Rovigo;

Perini Riccardo, nato a Chioggia;

Renzi Goffredo; Ragno Renato (Sergio);

Sabbatini Giuseppe;

Sallustri Franco (Ferruccio); Sandrin Antonio;

Sencchi (Scucci) Giuseppe;

Travaini Ruggiero, nato a Frosinone;

Vanoni Giuseppe;

Zeni Santo;

Zorzi Renato; Verrando Domenico;

Oliva;

Oliver (Olivieri) Agostino;

Pieri Piero;

Previti Antonio;

Raho Paolo;

Siligoni;

Tommasin;

Turbani;

Zucchelli Angelo;

Tavardo Giuliano;

Viviani Gabriele;

Udovic;

De Silvestri Luigi;

Roich Ennio;

Uricelli Ferdinando.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista di altri militari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avian Giovanni Battista;

Bardaro Gaspare, nato a Pescara;

Bertos Guido, nato a Gorizia;

Illi Achille, nato a Padova;

Berardi Manlio, nato a Sarandi Grande (Uruguai) (Napoli);

Borsieri Giuliano, nato a Firenze;

Bruni Francesco;

Carrara Umberto, nato a Mariano di Parma;

Casagrande Umberto, nato a Vallorbe (Chieti);

Casalena Angelo, nato a Teramo;

Corina Michele (Kocina Kocjancic Mihael), nato a Gorizia;

Colla Silvio, nato a Parma;

Colombo Giacomo;

Colussi Angelo, nato a Venezia;

Culiersi Tommaso, nato a Rocale (Lecce);

 

De Finetti Franco, nato a Gradisca d’Isonzo;

D’Ago Antonio;

Farcincasi Mario;

Farina Angelo, nato a Palermo;

Forcessin Ettore (Forcesin Hektor);

Fanfani Mario, nato a Montepulciano (Siena);

Gaier Renato, nato a Gorizia;

Gaspa(e)rutti Rodolfo, nato a (Cormons) Corno di Rosazzo (Udine);

Jazbar Francesco (Frane), nato a Idria;

Jordan Luciano, nato a Gorizia;

Jordan Pietro;

La Micela Luigi, nato a Sicli (Ragusa);

La Palermo Girolamo;

Leopoli Romano, nato a San Martino di Quisca;

Loviscek Emilio (Loviscek Emil) (Loviscig), nato a Piedimonte (Gorizia);

 

Marcato Angelo;

Marcon Goffredo, nato a San Vito al Torre (Udine);

Mariano Angelo, nato a Avellino;

Marizza Vittorio, nato a Sagrado (Gorizia);

Mastroianni Antonio, nato a Maddaloni (Ce)(Napoli);

Mazzatenta Giorgio; Menotti Vittorio, nato a Romans (Gorizia);

Music(h) Gino;

Pascolat Francesco, nato a Cormons (Gorizia); Petraglia Francesco, nato a Palermo;

Posa Vincenzo, nato a (Montrone) Adelfia (Bari);

Pranzo Orazio;

Rimani Vittorio; Ripetto Pietro;

Rizzi Umberto, nato a Chiusaforte (Udine);

Ronco Enzo, nato a Fermo (Ascoli Piceno);

Roscio Lodovico;

 

 

Rossanda Tullio, nato a Pola;

Rossi Francesco;

Santori Gino, nato a Serra San Quirino (Ancona);

Saviano Giuseppe, nato a Palermo;

Sigismondi Mario; Simone Antonio, nato a Molfetta (Bari);

Simonetti Mario, nato a Sagrado (Gorizia);

Skocir Silvio (Silvo);

Smogliani Umberto;

Sorano Donato;

Spanghero Clemente, nato a Gorizia;

Tandoi Pasquale, nato a Corato (Bari);

Tavian Giovanni, nato a Cormons (Gorizia);

Todisco Domenico, nato a Rovigno;

Trusso Franco;

Tunisi Francesco Paolo, nato a Marsala;

Bussini Lorenzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ulteriore lista di deportati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alfieri Guido;

Assi Renato;

Di Biaggio Giuseppe;

Di Stefano Carlo;

Donatella Orazio;

De Pregi Luigi;

De Spirito Alfredo;

Dami Giorgio; Fait Giuseppe JlJosef);

Filetti Vittorio;

Ferrari Vittorio (Ciro);

Ferrara Sigismondo;

Finelli Federico;

Gai Guerrino;

Gantar Cirillo (Ciri!);

Gabrielcis Bruno (Gabrielcic);

Gabrielcich Stanislao (Gabrielcic Stanislav);

Gemelli Mario;

Goljevscek Francesco (Frane);

Goljevscek Raffaello (Rafael);

Gozzi Nino;

Gobbetto Dino;

Granieri Donato;

Gregorig Antonio (Gregoric Anton);

Grilotti Dino;

Intrepido Angelo;

Konjedic Francesco (Frane);

Kaniz Janez (Keinz Fritz);

Kanzler Giuseppe;

Lucchese Luigi (Lukezic Alojz);

 

Lorenzon Pietro;

Luzio Arturo;

Lippi Bruno;

Leupuscek Andrea;

Lentini Francesco; Manzano Gagliano;

Malfatti Bruno;

Malfatti Ugo;

Marte Pietro;

Maroni Mario;

Martinuzzi Bruno (Martinuc);

Meneghini Walter;

Melidona Giuseppe;

Miani Bruno;

Medvesek Antonio (Medvescek Anton);

Molinaro Domenico;

Motta Bernardo;

Moira Giovanni;

Mocnik Marjan;

Muzzaglia Lauro;

Moretti Nicolò;

Nicola Stasio;

Nanut Enrico (Henrik);

Ozioni Vittorio;

Passoni Ermes;

Padovan Ermenegildo;

Paussig Beniamino (Pavsic Benjamin);

Pertot Bruno;

Pertini Luigi;

Pellegrin Donato;

Petta Giuseppe;

Peìratti Giuseppe;

Pecorari Mario;

Pellegrini Ferruccio;

 

Pelesson Luigi (Pelicon Alojz);

Pertot Alessandro (Aleksander);

Pielig Ezio;

Porta Basilio;

Pocar Ubaldo;

Quaglio Luigi;

Rizzi Carlo;

Ronchini Alfredo;

Ruggeri Giuseppe;

Rutar Ivan;

Russian Luigi (Rusjan Alojz);

Stigar Mario;

Serdan Ottelip;

Scardino Nicola;

Staniscia Francesco (Stanisa Frane);

Secchi Antonio;

Sfiligoi Alfredo (Sfiligoj Alfred);

Sfiligoi Ignazio (Sviligoj Ignac);

Sfiligoj Rodolfo (Sviligoj Rudoìf);

Sgubin Daniel (Skubin Daniel);

Sganghero Italo;

Sciarrone Franco;

Scuoto Umberto;

Schweickert Arno;

Scaldavilla Gaetano;

Stecchina Primo;

Scopazzi Desiderio;

Tuccillo Mariano;

Talutto Gaspare;

 

Tami Emilio;

Tignola Giovanni;

Tomasello Giuseppe;

Tronci Michele;

Trost Giovanni (Ivan);

Toros Mario;

Vercelli Giovanni;

Ve(n)toruzza Guido;

Viliadoro Nicola;

Vir Carlo;

Veluscek Mario;

Weimar Toffanello;

Zentil Marcello;

Zotti Adriano (Cotic);

Zorz Edoardo;

Medvescek Luigi (Alojz);

Medvescek Rodolfo (Rudolf);

Medvescek Giuseppe (Jozefl;

Bìontino Ottavio;

Aielli “Gualtiero;

Olivieri Silvestro;

Auzil Liberale;

Bradaschia Giuseppe;

Bucik Giovanni (Ivan);

Berlot Alojz;

Bevilacqua Domenico;

Corizzato Vincenzo;

Crojoldi Enrico;

Corettig Marino;

Glessi Raffaele;

Goljevscek Antonio (Anton);

Lazzari Giuseppe;

Leonardo Mario;

Panagini Giuseppe.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista di scomparsi (riportati solo con nome e cognome)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gamberale Giorgio;

 

Herbecher Franz.

 

Jakin (Jakini) Egidio;

 

Sorano Pietro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei prelevati dalle carceri di Monfalcone in Provincia di Gorizia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrei Antonio;

Andrei Stanislao;

Bampi Aldo, nato a Trento;

Chessa Lorenzo;

Colautti Giuseppe, nato a Monfalcone;

Cortese Mario, nato a Pola;

Comandini Olindo, nato a Cesena;

De Carlo Domenico, nato a Massafra (Taranto);

De Carlo Marcello, nato a Monfalcone;

Fattoretto Vittorio, nato a Piove di Sacco (Padova);

Ferluga Severino, nato a Trieste;

 

Idà Aurelio, nato a Napoli; Lubrano Michele, nato a Radicena (Reggio Calabria);

Maggio Augusto, nato a Gallipoli;

Maurutto Nella, nata a Monfalcone;

Miceli Giuseppe, nato a Monfalcone;

Misciali Emanuele, nato a Gallipoli (Lecce);

Morello Giuseppe, nato a Taggiano (Salerno);

Pano Tommaso, nato a Galatina (Lecce);

Pelikan Vincenzo, nato a Ruvo di Puglia;

Rizzo Antonino, nato a Condro (Messina);

 

Rossi Angelo, nato a San Canzian dlsonzo;

Scommegna Francesco, nato a Barletta;

Tanzarieìlo Rocco, nato a Ostuni (Brindisi);

Zorzetti Romano, nato a San Canzian d’Isonzo;

Cavazzini Gino, nato a Colecchio (Parma);

D’Acerno (D’Acervo) Federico, nato a Fondi (LT);

Gallinari (Renato), nato a Milano;

Gaspa Giovanni, nato a Sassari;

Rimanelli Michele, nato a Casacelenda (Campobasso);

 

Rupnik (Rupini) Francesco (Frane), nato a Udine;

Salvini Iginio, nato a Villesse;

Satta (Saetta) Carmine (Carmelo), nato a Cristano (Cagliari);

Todde Pietro, nato a Pirri (Cagliari);

Gallopin Lionello, nato a Ronchi;

Gianbianco Salvatore, nato a Palermo;

Li Volsi Francesco, nato a Caltagirone;

Mastrocinque Nicola, nato a Taranto (Alessandria).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Liste del Campo di concentramento per prigionieri militari di Borovnica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei tradotti nel campo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alfano Ciro, nato a Gragnano;

Banesi Aldo, nato ad Agazzano (Vicenza);

Celadini Antonio, nato a Garzigliano (Padova);

Famea Luigi, nato a Mossa (Gorizia);

Gandi Anselmo, nato a Fallonica (Burlonica) (Grosseto);

 

Jakovinovich Antonio, nato a Lanteg(Germania);

Nalgi Giorgio, nato a Celje;

Rebora Alfonso, nato a Millesimo (Savona);

Russo Vittorio Emanuele, nato a Napoli;

 

Roberto Ignazio, nato a Roma;

Taverna Vinicio, nato a Cervignano (Udine); 

Pelici Cesare, nato a La Maddalena (Sassari).

Trastullo (Trastulla) Angelo, nato a Imperia;

 

Stacul Pietoso, nato a Medea;

Ferro Giuseppe, nato a Padova;

Rampazzo Nino, nato a Padova;

Zecchinelli Antonio, nato a Verona.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei morti nel campo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aiello Girolamo, nato a Palermo;

Brugo Giovanni, nato a Novara;

Carnevali Giustino, nato a Carpi (Modena);

 

Cesaro Annidio, nato a Torreggia (Padova);

Crepaldi Emilio, nato a Taglio Po;

 

 

 

Landini Antonio, nato a La Spezia;

Richetti Ferdinando, nato a Modena;

 

 

 

Tischi (Tiechi, Tisghi) Alberto, nato a Cremona;

Cozzi (Gozzi) Serafino, nato a Baldowiz (Ucraina).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei morti a Skofja Loka

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Balos Isidoro, nato a Verteneglio;

Consentino Sebastiano, nato a Mistella (Messina);

 

Liaci Antonio, nato a Gallipoli (Lecce);

Mattiech Boris, nato a Ragusa (Zadar);

 

Stacul Oreste, nato a Medea;

Tossut Claudio, nato a Udine;

 

Urdan Giuseppe, nato ad Aurisina (Trieste);

Chierego Manlio, nato a Trieste.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Deceduti nelle Carceri/Ospedale di Lubiana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bach Riccardo, nato a Leopoli (Siracura);

 

Del Ponte Oscar, nato a Trieste;

 

Zoratti Pietro, nato a Ptuj.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei morti ad Aidussina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chersovani Carlo (Kersevan Karel), nato a Montespino (Dornberk).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei civili

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Abrile Alberto, nato a Torino;

Abrile Enzo, nato a Gorizia;

Abrile Renato, nato a Gorizia;

Angelini Tullio, nato a Cremona;

Appiani (Happacher) Renato, nato a Gorizia;

Baggiani Lelio, nato a Casalino Ponzana (Novara);

Baiz Stanislao (Baie Stanislav), nato a Prosecco (Trieste);

Barbasetti (Di Prun) Paolo, nato a Padova;

Barbieri Alfonso, nato a Galliere (Bologna);

Battigelli Francesco (Batagelj Frane), nato a Kamnje (Aidussina);

Belling(c)ar Carolina (Belingar Karolina), nata a Gorizia;

Tenaglia Liana Lucinda, nata a Trento;

Bene (Bencz) Giorgio, nato a Marburgo (Germania);

Bergerard Giovanni; Boltar Luigi (Alojz);

Bonnesi Ettore, nato a Gorizia;

Bramo Giovanni, nato a Gorizia;

Brecelj Augusta, nata a Salcano;

Bresciani Carlo, nato a Gorizia;

Bressan Guido, nato a Lucinico (Gorizia);

Brumatti Marino, nato a Farra;

Bullo Giuseppe, nato a Cormons;

Burnich Elino, nato a San Lorenzo di Mossa;

Beuzzar Giuseppe, nato ad Abbazia;

Benedetti Luigi;

Bonne Luigi (Bones Alojz), nato a Gorizia;

Blasi Danilo (Blazic), nato a Gorizia;

Cadamuro Antonio, nato a Cimadolmo (Treviso);

Calligaris Augusto, nato a Cormons;

Calligaris Mario, nato a Cormons;

Calvi Amedeo, nato a Bologna;

Cartelli Eugenio, nato a Fiume;

Casasola Antonio, nato a Salcano;

Cassanego Saturnino, nato a Gorizia;

Cerchier(l) Nicolò, nato a Venezia;

Ceschia Giuseppe, nato a San Lorenzo (C apriva);

Chiades Carmen, nata a Gorizia;

Chiades Fernanda, nata a Gorizia;

Ciani Sofia, nata a Spalato;

Ciargo Giovanni (Cargo Ivan), nato a Salona d’Isonzo;

Cingolani Mariano, nato a Recanati (Ancona);

Ciuffarin Anna Maria (Cufarin Annamaria), nata a Volosca;

Ciufferli Giuseppe (Cuferli Jozef);

Clede Carlo (Hlede Karel), nato a Kopildno (Cecoslovacchia);

Clede Luigi (Hlede Alojz), nato a Gorizia;

Cocianni Emilia (Kocijancic Emilija), nata a Gorizia;

Codarin Alfredo, nato a Trieste;

Colla Maria (nataLeitgeb), nata a Gorizia;

Colmali (Gollmayer) Arrigo, nato a Trieste;

Colotti Cario, nato a Gorizia;

Coniglio Cosimo, nato ad Adesino (Catania);

Coniglio Cosimo Francesco, nato a Gorizia;

Contino Biagio, nato a (Cormons) Cattolica Eraclea;

 

Cosmi Cleto, nato a Palmanova (Udine);

Cossovel (Coselli) Egone (Kosovel Egone), nato a Gorizia;

Cossovel (Coselli) Giuseppe (Kosovel Jozef), nato a Gorizia;

Cossutta Armando, nato a Villesse (Gorizia);

Cuccurullo Girolamo, nato ad Aleppo (Siria);

Curti Fermo, nato a Ceranoya (Pavia);

Cussigh Antonio, nato a Dobrova (Lubiana);

Cecchi Mario;

Cracchi Angela Maria Ginetta, nata a Latisana (Udine);

Corquel (Cargnel Carniel) Bruno, nato a Lucinico (Gorizia);

D’Ambrosi Mario, nato a Caserta;

D’Atri Mario, nato a Castrovillari (Cosenza);

D’Atri Oscar, nato a Castrovillari (Cosenza);

Dean Antonio, nato a Piedimonte (Gorizia);

Dean Rodolfo, nato a Fiumicello (Udine);

De Colle Carlo, nato a Gorizia;

De Ferri Bruno, nato a Gorizia;

De Ferri Giuseppe, nato a Gorizia;

De Ferri Mario, nato a Gorizia;

Del Franco Eugenio, nato a Gorizia;

Della Ricca Lorenzo Luigi, nato a Palazzolo (Udine);

Derndich Milena, nata a Pola;

Dessi Eugenia, nata a Ronchi dei Legionari;

Di Blas Alfredo, nato a Gorizia;

Donatim Armando, nato a Villesse;

Fait Giovanni (Fajt Jvan), nato a Gorizia;

Fait Giulio (Fajt Julij), nato a Untergries (Germania);

Ferfoglia (Ferfolja) Bruno, nato a Gorizia;

Fedon Aristide, nato a Fiumicello (Udine);

Ferrari Ciro, nato a Mantova;

Fonzari Guido, nato a San Mauro (Gorizia);

Fornasari Giovanni (Fornazaric Ivan), nato a Romans;

Furlani Angelo, nato a Gorizia;

Furlani Emilio, nato a Gorizia;

Fiamingo Alfio;

Gentile Rizzieri;

G(h)ergolet Umberto, nato a Gorizia;

Giana Andrea, nato a Roccaforte di Mondovì (Cuneo);

Grapulin Dolores, nata a (Gorizia) Lubiana;

Grapulin Edoardo sr., nato a Gorizia;

Grapulin Edoardo jr., nato a Gorizia;

Grauso Ernesto, nato a Cagliari;

Graziato Nicola, nato a Tribano (Padova);

Greco Guido, nato a San Secondo Parma;

Grion Olga, nata a Capodistria;

Gronelli Orestina, nata a Gorizia;

Grossi Teresio, nato a Carbonara Scrivia (Alessandria);

Gueli Emilio, nato a Raffadoli (Agrigento);

Gueli Emilio Eugenio, nato a Gorizia;

Graziani Vittorio, nato a Gorizia;

Hahn De Hahnenberg (Hannerben) Guido, nato a Gorizia;

Jacovino Giovanni, nato a Slivno (Spalato);

 Jourdan Honoré Marcello, nato a Gorizia;

Kravos Stanislava;

 

Kocina France, nata a Dobrovo;

Lazzaro Arturo, nato a Saonara (Padova);

Lazar (Lazzer) Giovanni, nato a San Polo di Piave (Treviso);

Leghissa Guglielmo, nato a Monfalcone;

Leili Aldo, nato a Savona (Arezzo);

Lentini Michelangelo, nato a Vizzini (Catania);

Leone Quintigliano, nato a Lecce;

Lingua Bruno, nato a Gorizia;

Longo Nicola, nato a Corate (Bari);

Lopell (Loppel) Leopoldo, nato a Pola;

Lovisi Giuseppe (Loyiscek) Jozef, nato a Gorizia; Macuzzi Carlo (Makuc Karel), nato a Gorizia;

Malena Gregorio, nato a Rossano Calabro (Cosenza);

Mally Ermanno, nato a Idria di Sotto;

Maniacco Mario, nato a Gorizia;

Mantini Arcibaldo, nato ad Ancona;

Marassi Giuseppe, nato a Gorizia;

Marian Ezio Carlo, nato a Cameri (Novara);

Mastrandea Maria Carmen, nata a Gorizia;

Matteucei Aldo, nato a Senigallia;

Mattiussi Aristide, nato a Trieste;

Mauri Andrea (Mavri Andrej), nato a Vrtace (Kojsko);

Mezzorana Mario, nato a Gorizio;

Mezzorana Oscar, nato a Capriva;

Miano Aldo, nato a San Pietro al Natisone;

Modes (Moderc) Elizabeta, nata a Hall (Austria);

Monaco Emilio, nato a Oria (Brindisi);

Morassi Giovanni Luigi, nato a Gorizia;

Movia Giovanni, nato a Gradisca d’Isonzo;

Morassi Flora;

Majnik Mariano (Marjan), nato a Gorizia;

Moscheni Francesco, nato a Gorizia; Nadaia Augusto, nato a Piedimonte (Podgora);

Nanut Giuseppe (Jozef);

Nardini Giuseppe, nato a Gorizia;

Narcisi Guido, nato a Gorizia;

Nardini Vittorio, nato a Gorizia;

Nicora Bruno, nato a Gorizia;

Nicolaucig Lidia (Nikolavcic Lidia);

Nespolo Antonio, nato a San Dona di Piave;

Ongaro Giuseppe, nato a Gorizia;

Padovan Giuseppe, nato a Gorizia;

Pagliari Lucio, nato a Cremona;

Paternolli (Venuti) Giuseppina, nata a Gorizia;

Pedone Giovanni, nato a Botrugno (Lecco);

Pellaschiari Antonio, nato a Capodistria;

Peresson Regina (nata Sennis), nata a Gorizia;

Persa Renato, nato a Gorizia;

Piccoli Fortunato, nato a Farra;

Picech Maria Luigia, nato a Cormons;

Piemonti Luciano, nato a Trieste (Gorizia);

Pizzucchini Vittorio, nato a Gorizia;

Polesello Bartolo, nato a Prata di Pordenone;

Poleselli Antonio (Pozenel Anton), nato a Montenero d’Idria;

Posenelli Stanislao (Pozenel Stanislav), nato a Montenero d’Idria;

 

 

Pregali Giuseppe nato Metljca;

Pregelli Giuseppe (Pregeli) Jozef;

Prencis Stoian Mariano, nato a Dutovlje;

Prencis Vilibaldo, nato a Dutovlje;

Primosic Teodoro (Primozic Bozidar), nato a Canale;

Princis Corrado, nato a Gorizia;

Papis Marianna (maritata Screnzel), nata a Gorizia;

Podgornik Maria, nata a Idrija ob Baci;

Podgornik Emma, nata a Idrija ob Baci;

Rajer Casimiro, nato a Aidussina;

Rajer Marija (nata Miljavec), nata a Gorizia;

Resch Giuseppe, nato a Sagrado;

Rigon Bruno, nato a Vicenza;

Rìssdorfer Erminìa, nata a Freiwaldau (Slesia);

Rizzatto Bruno, nato a Trieste;

Rosolen Luigi, nato a Piedimonte (Podgora);

Rossaro Giorgio, nato a Rovereto (Trento);

Rustia Olga;

Ricchetti Aldo;

Saletta Iginio, nato a Senio (Vicenza);

Saxsida Giuseppe (Saksida Jozef), nato a Dorenberk;

Schonta Edoardo, nato a Pola;

Seyerin Fulvio, nato a Gorizia;

Stecar Luigi (Stekar Alojz), nato a Kojsko;

Stringhetti Giovanni Battista, nato a Udine;

Saletta Renzo (Bruno), nato a Venezia;

Saletta Agostino; Sprinar Enrico (Errich), nato a Dol Otlica;

Sprinar Erricti (da Montenero);

Sirca Maria;

Tatti Antonio, nato a Bortigiades (Sassari);

Tomasetti Italico, nato a Gorizia;

Tromba Giorgio, nato a Gorizia;

Umercetti Benito;

Varlec Marino, nato a Kanal;

Varutti Ernesto, nato a Costano (Udine);

Venezia Giulia, nata a Udine;

Vidoz Luigi, nato a Lucìnico;

Vìtes Ermanno (Vitez Herman), nato a Salcano;

Volpi Ariodante, nato a Sanvincenti d’Istria;

Volpi Bruno (Volk Bruno), nato a Gorizia;  WeinlerVirifvr Oddone, nato a Weidling (Austria);

Zagaglia Vittorio, nato a Pordenone;

Zagar Rodolfo (Zagar Rudolf), nato a Trieste;

Zbogar Roberto (Zbogar Robert), nato a Gorizia;

Zorzenone Giovanni, nato a Gracova Serravalle;

Tercuz Assunta Zenska;

Azzolina Mario, nato a Caltagirone (Catania);

Rogas Pietro, nato a Palermo;

Saletti Agostino, nato ad Asciano (Siena);

Sganghero Ermanno, nato a Turriaco;

Ciccia Salvatore, nato a Catania;

D’Ambrosio Antonio; nato a Padova;

Pegan Anna, nata a Vipacco;

Ursic Andrej, nato a Caporetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei tornati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agati Antonio;

Baucon Giuseppe (Bavcon Jozef), nato a Gradisce ob Soci;

Betnazik Corrado (Bednarzik Radivoj), nato a Gorizia;

Brizzi Giancarlo;

Bertossi Italo;

Carriera Stefano;

Ceccon Virgilio;

Cornei Luigi (KomelAlojz), nato a Gorizia;

Cassini Carlo;

Calderari Amedeo;

Cerne Nada, nata a Dornberk (Vogrsko);

Chiariotto Guido;

Citti Giovanni, nato a Lecce;

Cumar Giordano, nato a Parenzo;

Fant Elvezio;

Ferracin Antonio;

Ferfoglia Giovanni (Ferfolja Janko), nato a Merna;

Furlan Lamberto (Lambert), nato a Aidussina;

Falconi Alfredo;

Fervolino Antonio, nato a Poggiomarino (Napoli);

Feresin Arrigo, nato a Capriva;

Gatti Natalia (maritata Koralek), nata a Gorizia;

Giacomelli Annunzio Vittorio, nato a Udine;

Iercich Albina (Jerkic), nata a Polonie Brdo vicino a Gorizia;

Kenda Francesco (Frane);

Kogoj Angelo (Janko), nato a Merna;

Komianc Vittoria (Viktorija), nata a San Floriano (Steverjan);

 

Kuemaier Maria (sorella Caterina), nata a Baden sul Danubio;

Ligresti Sebastiano, nato a Malta;

La Scala Mario;

Lollai Salvatore;

Maiani Oreste, nato a Sant’Angelo di Brollo (Messina);

Margara Giovanni;

Marianelli Franco;

Mauri Antonio, nato a Trieste;

Meneghetti Narciso;

Miclus Antonio (Mikluz Anton);

Mosetich Gabriele (Mozetic Gabrijel);

Mutti Redento;

Marchiorì Umberto (Markocic Albert?);

Manfredi Roberto;

Mazzeo Michele;

Misciali Giuseppe, nato a Gallipoli;

Michelus Elio (Mikluz), nato a Gorizia;

Nefat Elisabetta, nata a Rovigno;

Oddo Rosolino Franco (Rosolino Oddo);

Paulin Emilio (PavlinEmil), nato a Gorizia;

Pussig Emilio (PavsicEmil;

Pevere Maria, nata a Maragno Lagunare;

Perini Giuseppe;

Persolja Anton;

Piani Francesco, nato a Rakek;

Pirollo Renato, nato a Gorizia;

Prencis Daniele (Princic Danijel);

Princi Emma (Princic Princez);

Patuma Lodovico, nato a Gradisca d’Isonzo;

 

Podbersig Daniele (Podbersic Danijel), nato a Gorizia;

Quartuccio Severino, nato a Chorio (Reggio Calabria);

Ronutti Sergio;

Ruggero Vincenzo;

Rustja Stanislav, nato a Lokovec;

Rustian Antonio;

Russo Ciro;

Rustja Giuseppe (Jozefì, nato a SkriUe (Aidussina);

Rossetti Franresno, nato a Ostia Vetere (Ancona);

Sacher Alberto, nato a Umago;

Saldarmi Attilio, nato a Cormons;

Scarpin Ugo, nato a Medea;

Sellini Mario, nato a Trieste;

Spessot Bruno, nato a Gorizia;

Stulle Tullio;

Serafino Ernesto;

Salvaterra Giuseppe, nato a Gorizia;

Saksida Zora;

Trullo Vincenzo (Truglio), nato a Catanzaro;

Tornasi Ugo;

Tutta Venceslao (Tuta Venceslav), nato a Tolmino;

Ursic Mirko, nato a Sela vicino Volcah;

Ursic Gabriel (Ursic Gabrijel);

Velicogna Giovanni (Velikonja Ivan), nato a Gresenbrun (Austria);

Vidìch Valentino (Vidic Zdravko), nato a Canale;

Vidimari Bruno (Vidmar Bruno);

 

Velikonja Giuseppe (Jozef);

Zorattini Giuseppina, nata a Maribor;

Zuccalli Teofioro (Teodoro);

Zanello Bruno;

Zanghi Umberto, nato a Susak;

Zotti Antonio (Cotic Anton;

Morel Ignazio (Ignac), nato a Gorenje Polje;

Ipavec Giuseppina (Jozefa);

Mazzoccone Camillo;

Caputo Giovanni;

Gelli Michele, nato a Pistoia;

Kaucic Giovanni (Kavcic Ivan);

Manca Gavino (Gaetano);

Mughe(r)lli Valentino (Mugerli Valentin);

Rosini Gino;

Concilio Domenico, nato a Battipaglia;

De Vecchia Ida, nata a Sandrinetto (Verona);

Fabbri Guerrino;

Mauro Emanuele, nato a Gela;

Podgornik Gualtiero (Vojko);

Sfiligoi Jozef (Sfiligoj Jozef);

Sinigoj Daniel, nato a Doraberk;

Turroni Trebles, nato a Forlì;

Bastianutto Luigi, nato a Trieste;

Barazzetti Mario, nato a Gorizia;

Beggi Giovanni, nato a Gorizia;

Citta Carlo, nato a Lecce;

Schilacci (Schillaci) Angelo, nato a Favarra(Agrìgento).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista degli scomparsi prima del 1 maggio 1945

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ambrosi Egidio, nato a Sagrado (Gorizia);

Badalini Erminio, nato a Gorizia;

Belli Renato, nato a Gorizia;

Blasizza Alfredo (Blazic Alfred), nato a Podgora (Piedimonte);

Bucovini Aldo (Bukovic), nato a Gorizia;

Burcheri Cataldo, nato a San Cataldo (CI);

Bensa Basilio, nato a Gorizia;

Biscardi Rosario, nato a Vittoria (Ragusa);

Boschin Antonio (Boskin Anton), nato a Gorizia;

Causer Egidio, nato a Monfalcone;

Cechet Attilio, nato a Fogliano Redipuglia;

Cigoli Giuseppe (Cigoj Jozef), nato a Salcano;

Cinti Giacinto;

Ciuffarin Rodolfo (Cuferin Rudolf), nato a Gorizia;

Clancis Severino (Klancic Severin), nato a Lucinico (Gorizia);

Cociancig Aldo (Kocjancic), nato a Gorizia;

Coos Alfredo (Kos Alfred), nato a Lucinico (Gorizia);

Culot Giovanni (Kulot Ivan), nato a Gorizia;

Calligaris Emilio, nato a Trieste;

Caratti Rodolfo, nato a Reana del Roiale;

Chiapulin (Carletti) Margherita, nata a Gorizia;

Cocianni Luigi (Kocjancic Alpjz), nato a Trieste;

Collini Giuseppina, nata a Gorizia;

Comelli Agostino (Romei Avgust), nato a Kromberk (Gorizia);

Cumar Mario (Humar Mario), nato a Gorizia;

Danieli Valentino, nato a Genova;

Degano Riccardo, nato a Pasian di Prato (Udine); Del Zotto Gerardo, nato a Manzano;

Del Zotto (nata Celli) Luigia, nata a Cormons (Gorizia);

De Mantissa Eugenio, nato a Gorizia;

De Piero Angelo, nato a San Nicola Manfredi (Benevento);

Dilena Bruno, nato a Mossa (Gorizia);

Dossio Alberto, nato a Monaco;

Duca Vladimiro (Knez Vladimir), nato a Caporetto;

Epicuri Felice, nato a Padova;

 

Franchi Umberto (Franko Albert), nato a Gorizia;

Furlani Teodoro, nato a Moste (Lubiana);

Fabbio Idelberto, nato a Salerno;

Faggiani Ettore, nato a Portogruaro;

Franceschinis Giovanni, nato a Brasilia;

Fois Lucio (Fon Alojz), nato a Caporetto;

Gaier Luigi, nato a Gorizia;

Gargano Sabino, nato a Barletta (Bari);

Ghi Andrea, nato a Sassari;

Gianna Severino, nato a Foggia; Gutierrez Stefano, nato a Sassari;

Giani Ferruccio, nato a Gorizia;

Giana Francesco, nato a Samicandro Garganico (Foggia);

Grignetti Umberto, nato a Roma; Grinovero Giovanni, nato a Cividale (Cedad);

Hois Ugo; Hahn De Hannenbeck Sergio, nato a Gorizia;

Iach Giuseppe (Lah Jozef), nato a Dobravlje; Isotta Maria;

Leogrande Giovanni;

Liceni Radovano (Licen Radovan), nato a Branik (Gorizia);

Lovini Francesco Loviscek Frane), nato a Medana;

Lippi Luigi (Lipicar), nato a Gorizia;

Laruccì Luciano, nato a La Spezia;

Lazzini Renata, nata a Cherso;

Lodi Luigi, nato a Mantova;

Longo Ugo, nato a Capodistria;

Lupi Carlo, nato a Trieste;

Manfrin Gìno, nato a Rovigo;

Marchi Jolanda, nata a Piedimonte (Gorizia);

Marcocic Luigi (Markocic Alojz), nato a Gorizia;

Mattei Vicnenzo, nato a Pisino;

Mazzatenta Giorgio; Milost Eugenio (Eugen), nato a Salcano;

Muzzolini Leonardo, nato a Billerio (Udine);

Magris Sergio, nato a Trieste;

Medeot Giovanni, nato a Farra d’Isonzo (Gorizia);

Micheli (Turchi) Isa, nato a Torrita di Siena;

Malandrini Romano, nato a Venezia;

Marvin Valentin, nato a Gorizia;

 

Muzzolini Ivano, nato a Billerio Migliano (Udine);

Novo (nata Battiston) Rina, nata a Pordenone;

Olivo Vittorio, nato a Rivignano;

Paulin Luigi (Pavlin Alojz), nato a Gorizia;

Pellegrino Pasquale, nato a Falerna (Catanzaro);

Perla Giuseppe, nato a Teramo;

Persoglìa Oscar (Persolja Oskar), nato a Possio San Valentino;

Paoletti Aldo (Pavletic), nato a Gorizia;

Piemonti Giuseppe, nato a Cormons;

Privitera Alfio;

Pueri Giorgio, nato a Trieste;

Ronca Danàio, nato a Gorizia;

Ruffel(l)i Antonio, nato a Vilonitz (Cechia);

Rizzoli Luigi, nato a Camposanto di Modena;

Scacciante Arminio, nato a Ghirignano (Venezia);

Soffientini Corrado, nato a Gorizia;

Spezzano Giacomo, nato a Reggio Calabria;

Scaglia Guglielmo, nato ad Àgrigento;

Sivilotto Artusa, nata a Komen;

Spazzali Giuseppe Federico, nato a Untergerhoff (Austria);

Sussi Isidoro (Susic Izidor), nato a Gorizia;

Turel Guerrino (Vojko), nato a Gorizia;

Turisani Edi (Italo) nome partigiano Sergio, nato a Cormons (Gorizia);

Tomin Dino, nato a Noventa (Padova);

Troian Sisino, nato a Grado;

Tortul Isidoro, nato a Farra (Gorizia);

Travan Carlo, nato a Gorizia;

Volpai Orion, nato a Pola;

Venturini Augusta (maritata Usaj), nata a Gorizia;

Visin Dario (Vizin), nato a Gorizia;

Vitello Fulvio, natp a Trieste;

Voncina Andrea (Voncina Andrej), nato a Gorizia;

Watt Luigi, nato a Gorizia; Zorzì Zei Àdriana (Zorc nata Cej Adrijana), nata a Gorizia;

Zorzi Gabriella (Zorc Gabrijela), nata a Gorizia;

Zorzin Guglielmo, nato a Cormons, Brazzano;

Zorgia Ermenegildo, nato a Villa Estense (Padova);

 

Zagaglia Giuseppe, nato a Padova;

Addeo Giovanni, nato a Udine;

Cavallo Salvatore;

Fedri Carlo, nato a Trieste;

Fonzari Franco, nato a Trieste;

Beuzar Francesco (Bavcar Frane), nato a Rocinj;

Bìdut Bruno, nato a Monfalcone;

Bigerna Otello, nato ad Acquapendente (Viterbo);

Bertolussi Rinaldo;

Camqlese Angelo (Mario, Giorgio), nato a Roncaae (Treviso);

Canalesi Maria; Cantarutti Edoardo, nato a Cormons (Gorizia);

Chezzi Luigi (Chessa Luigi), nato a Boretto (Reggio Emilia);

Cornei Antonio (Komel Anton), nato a Gorizia;

Cumini Bruno, nato a Campolongo al Torre (Udine);

Di Lena Longino, nato a Campolongo al Torre (Udine);

Dimarch Valerio, nato a San Vito al Tagliamento (Udine);

Di Marco Epifanio;

Forestan Danilo, nato a Vicenza;

Ganzer Oskar;

Longo Francesco, nato a Gorizia;

Mazzoli Oscar, nato a San Canzian d’Isonzo (Gorizia);

Olivo Ugo, nato a Cavezzano (Modena);

Pagnussat Mario;

Pagnussat Vittorio;

Pergolis Bruno, nato a Trieste;

Rupil Luciano, nato a Cormons (Gorizia);

Storni Giovanni, nato a Ronchi dei Legionari;

Toplicar Ladislao (Toplihar Ladislav), nato a Gorizia;

Visintin Oddone, nato a Gorizia;

Cabas Bruno (Cabras), nato a Udine;

Gallavotti Felice, nato ad Arpino (Frosinone);

Marega Avyelino, nato a Trieste;

Giardina Vincenzo, nato a Trieste;

Pizzutti Emilio (Ennio);

Di Falco Salvatore, nato ad Agrigento;

Piscopello Amleto, nato ad Alìste (Lecce).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista dei Domobranzi (Domobranci - appartenenti cioè della Slovensko Domobranstvo o "Guardia Territoriale Slovena", una formazione collaborazionista anticomunista di miliziani, quasi tutti volontari, costituitasi nel 1943 per contrastare l'Esercito Popolare di Liberazione della Jugoslavia)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Begus Rodolfo (Begus Rudolf), nato a Nemski Rut;

Crali Antonio (KraljAnton), nato a Canale;

Gerbec Riccardo (Gerbec), nato a Rocinj;

Gerbec Andrea (Gerbec Andrej), nato a Rocinj;

Hladnik Anton, nato a Rrizna Gora di Aidussina;

Hvalica Giuseppe (Jozef), nato a a Rocinj;

Jug Antonio (Anton);

Jug Valentino (Valentin);

Jug Hilarij;

 

Suligoi Bruno (Suligoj);

Sulligoi Pietro (Suligoj Peter), nato a Canale;

Kogoj Francesco (Kogoj Frane), nato a Rocinj;

Kogoj Bruno (Kogoj), nato a Rocinj;

Kemperle Lodovico (Ludvik), nato a Nemski Rut;

Kemperle Giustino(Justin), nato a Nemski Rut;

Leban Giovanni (Ivan), nato a Prapetno (Tolmino);

 

Podreka Antonio (Anton), nato a Volce;

Presen Karel, nato ad Ayce;

Samec Albino (Albin), nato a Canale;

Snidersich Agostino (Znidersic Avgustin), nato a Morska di Canale;

Tinta Francesco (Frane);

Vuga Dogomiro (Dragomir), nato a Rocinj;

Bubbola Giuseppe;

Krapez Anton;

Goriup Antonio (Anton);

 

Leskovic Dusan, nato a Lubiana;

Medved Frane, nato a Masore Cerkno;

Rakar Alojz, nato a Sent Lovrenc na Dolenjskem;

Novak Ivan, nato a Lubiana;

Lukan Janez, nato a Rovte pri Logatcu;

Erzen Ludvik, nato a Luce di Skofja Loka;

Zgavec Frane, nato a Jelicni vrh dì Idria;

Leban Jozef.