Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi l'immagine

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

"No comments!" – Dal web senza commenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Figli di un altro dio?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foibe

"Mala tempora currunt" atque peiora premunt

 

Foibe

Cos'è una "foiba"?

Le foibe nel contesto storico

I massacri delle foibe

Il genocidio e l'esodo italiano - "istriano" o "giulio-dalmata" - dalla Jugoslavia

Le "foibe" finora conosciute

Nostalgie pericolose

Giù le mani dalla storia!

 

I diritti umani

I diritti dei bambini e degli adolescenti

I diritti degli animali

Pace, nonostante tutto

Mai più Gott Mit Uns!

God Bless America!

Emmanuel

Gli Stati Uniti d'Italia

La Cina si prepara

L'ultimo fallimento – "Buy buy, China!"

Corporated States of America

Criminali e crimini di guerra

Figli di un altro dio?:

- Hiroshima

- Cortina di ferro

- Vietnam

- Cambogia

- Afganistan

- Cecenia

- Tibet

- Balcani

- Iraq

Uomo di colore

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Foibe

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avvertimento

ai nostri lettori più piccoli e a quelli più sensibili!

 

Questa pagina contiene

"cruda" documentazione fotografica,

non censurata né manipolata.

 

La pubblichiamo senza strumentalizzazioni,

in nome della coscienza sociale, dell'onestà mentale e della decenza politica,

per dare dovuta voce alle vittime di tragedie a lungo ignorate o già dimenticate,

testimonianza di orrori per mano d'uomo, frutto di fanatismo, odio e guerra.

 

Se pur dolorosamente,

con pietà e vergogna, tali eventi vanno comunque reinseriti 

in quel patrimonio di "memoria collettiva" che è la nostra storia:

non estrapolandoli a proprio comodo dal loro contesto di cause ed effetti

ma cercando di capirne a fondo i loro oscuri come e perché,

affinché queste barbarie non si ripetano mai più!

 

La storia non si cancella!

Se non prima certamente poi, arriva il momento in cui bisogna farci i conti:

chi cancella la propria storia, cancella se stesso.

 

La Redazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Mala tempora currunt" atque peiora premunt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"'Sono tempi duri', ma di ancora più duri ne sono alle porte" (... se dimentichiamo o, peggio, se cerchiamo di cancellare la nostra storia!).