Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La cultura siamo noi Noi l'immagine

La società siamo noi, noi la cultura e la nostra storia:  la cultura non ha comparti né livelli - o c'è o non c'è.

Proteggiamo la cultura popolare, madre di tutte le culture!

"No comments!" – Dal web senza commenti

I video in questa pagina sono © RAI Fiction, Marina Militare Italiana e Corriere della Sera - se non altri - ed il materiale è raccolto, redatto ed editato da Luciano Russo, classe 1946, arruolato per obblighi di leva nella Marina Militare Italiana nel 1964 con la matricola 46RO8014, ferma biennale dal 1965 al 1967, Secondo Capo NP in congedo, iscritto all'ANMI - Associazione Nazionale Marinai d'Italia, Sezione di Bracciano, Roma, "Una volta marinaio, marinaio per sempre!"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Figli di un altro dio?

La nostra “comune umanità” di Luciano Russo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il naufragio culturale dell'Europa

Piccoli resti di umanità

 

Il naufragio culturale dell'Europa
Piccoli resti di umanità

"Siamo tutti migranti!"

"Siamo tutti Africani!"

"The Migrants' Files"

La legge del mare è una, più forte di qualsiasi legge di terra

La Marina Militare Italiana

I Pattugliatori d'altura o "Stelle di mare"

Il Tenente di Vascello Catia Pellegrino

Purtroppo però dietro le quinte accade anche questo...

 

 

Luciano Russo - Una presentazione

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

Nostro figlio Alan - bambino di appena 3 anni, profugo, siriano - annegato davanti agli occhi di suo padre e del mondo insieme alla mamma e al fratellino, sulle coste turche, in un'alba di speranza del mese di settembre Anno Domini 2015, poi dal mare dolcemente adagiato a dormire su una spiaggia di conchiglie tutta per lui, restituito ai suoi sogni negati da un elemento della natura sì a volte crudele, ma evidentemente sempre più compassionevole di noi...

 

 

 

Il naufragio culturale dell'Europa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piccoli resti di umanità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito il toccante necrologio dedicato da un'anonimo lettore australiano ad Alan Kurdi sul Sydney Morning Herald:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"KURDI,

 

ALAN

 

non meritavi di annegare

nel freddo dell'acqua e nel gelo della nostra

umana indifferenza.

 

 

Non eri un "Migrante".

Non eri un "Profugo".

 

Ma semplicemente un bambino di appena 3 anni che avrebbe voluto giocare in serenità, lontano dalle insidie della violenza e della guerra.

 

In Cielo, continueranno a prendersi cura di te coloro che ti hanno amato, che ti hanno baciato e che hanno per questo scelto di rischiare tutto nella speranza di farti raggiungere spiagge di salvezza. 

 

 

  Riposa In Pace Alan Kurdi.

 

E possa Dio perdonarci

  per averti abbandonato."