Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli autori

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rosanna Vettori – Una presentazione

 

Pagina di origine

"Il ricamo"  

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

Rosanna Vettori – Una presentazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nativa di "Ronciò" (come ancora oggi ama dialettalmente chiamare la sua Ronciglione nella Provincia di Viterbo), creativa fin bambina, coltiva presto un grande interesse ed un vero amore per le cosiddette "arti minori", come il ricamo, la pittura e il "bricolage".

 

 

Il bricolage comprende tutte quelle attività che vengono svolte per hobby, durante il tempo libero, cioè per proprio interesse e diletto: nell'ambito delle tecniche decorative è diventato il "fai da te" al femminile, soprattutto con il cosiddetto dècoupage,  dal francese decouper, "ritagliare" immagini da trasferire su oggetti di propria scelta.

La decorazione racchiude infatti in se un processo creativo completo, con una fase generativa di idee, una di abilità manuale ed una lavorativa finale in senso stretto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

È del tutto naturale quindi che i suoi talenti e la sua passione portino Rosanna a frequentare l'Istituto Tecnico Femminile San Giovanni di Viterbo, una scuola specializzante dove realizza il suo primo sogno, quello di imparare a ricamare e dipingere professionalmente.

 

 

Parallelamente ad una lunga attività di docenza e ai suoi nuovi impegni di mamma, Rosanna, ricca e generosa come la sua Tuscia, continua così a letteralmente "ritagliarsi" tempi "sacri", da dedicare alla creatività e all'amicizia, alla condivisione dell'amore per il bello e per il buono, ai valori culturali genuini ed insostituibili della tradizione locale.

 

Il secondo sogno di Rosanna è quello di formare nuove entusiaste e dopo gli studi inizia quindi a trasmettere questa sua passione per le arti minori e la tradizione ad allieve ed amiche, migliorando ininterrottamente le proprie abilità tecniche ed organizzando apprezzati eventi pubblici, come mostre tematiche, per il gusto di diffondere, far riscoprire là dove necessario e tramandare tutte le discipline di antica tradizione femminile.

 

 

La donna "moderna", sempre più assorbita e spesso sopraffatta dal difficile, quotidiano connubio di famiglia e lavoro, va aiutata a riapprezzare, tutelare,  sviluppare e a sua volta trasmettere fondamentali valori sociali quali amicizia, solidarietà e collaborazione, anche lavorando in gruppo "come si faceva una volta", che significa non solo star bene e crescere insieme ma, ad esempio, insieme rimpadronirsi delle proprie abilità manuali, socio-culturali e di pensiero.