Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Cultura e società

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antonio di Carpegna Falconieri – Una presentazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Antonio di Carpegna Falconieri – Una presentazione

 

Pagina di origine

"Locchenesse"

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

Nasce a Roma nel 1965. 
 

Consulente informatico di professione (analista programmatore presso il Centro Direzionale Autostrade di Firenze), ma con una ben coltivata vena artistica, tra l'altro espressa nell'ambito delle arti visive: suoi collage hanno infatti partecipato a diverse mostre collettive.
 


Cultore di dialetti italiani, la sua grande passione è però fin dall'adolescenza - e rimane più che mai viva - la ricca tradizione della poesia romanesca.

 

Pubblica le proprie composizioni dialettali nel volume "Li discorzi de noantri", Roma Amor, 2009, ed alcune gli vengono incluse in antologie, tutte sempre su tematiche politiche, sociali e di attualità.

 

 

Non di rado sue poesie in dialetto romanesco sono anche uscite su quotidiani, periodici e riviste a carattere locale e territoriale, come ad esempio Il Tempo, L’Attualità, Porta Portese, Il Rugantino e Lazio ieri e oggi.

 

La produzione viene apprezzata e letta presso molti circoli culturali ed ha ricevuto negli anni sia segnalazioni che premi di poesia romanesca, come il "Giorgio Roberti" del 2007.