Tradizione e Innovazione nella Tuscia Romana

Azione di Recupero Culturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai al sito Impresa e sviluppo

 

Vai al sito Cultura e società

 

Vai al sito Natura e ambiente

 

Vai al sito Turismo e tempo libero

 

Cerca una parola nel portale | Ricerca avanzata | Indice di tutte le parole | Mappatura del portale | Gli ultimi aggiornamenti

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Curatolo – Una presentazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Curatolo – Una presentazione

 

Pagina di origine

"La Chiesa del Santissimo Salvatore a Bracciano Nuova, Roma"

La "Via delle Acque" Progetti  

 

Prima pagina del sito

Mappa del sito

 

Prima pagina del portale  

Mappa del portale

Libro dei Visitatori

 

 

Nasce a Roma nel 1954, sposato, ha tre figli, risiede ed ha studio di architetto a Bracciano dal 1983.

 

Scout ed educatore scout dal 1968 al 1997, è Presidente della "Acquaria Onlus", attiva nel campo del volontariato a favore dei paesi in via di sviluppo, con adozioni a distanza e microcrediti per il lavoro femminile ed il sostegno alla famiglia nelle aree di povertà.

 

Attivo in un gruppo di formazione presso la Parrocchia Regina Pacis di Anguillara Sabazia, dove cura la formazione permanente su temi etici e religiosi e sperimenta “in vitro” tecniche formative su tematiche di carattere esistenziale, come morte, denaro, successo e diversità, ma anche, ad esempio, un'introduzione all'architettura per bambini.

 

È professionalmente attivo nel campo del restauro, delle nuove costruzioni, della consulenza tecnica forense: l’attuale attività professionale è orientata a consolidarsi su tematiche di lavoro e ricerca quali  restauro, costruzione di nuove chiese ed adeguamento di esistenti, diagnostica degli edifici, nuove costruzioni secondo criteri di sostenibilità ambientale e messa a punto del metodo dell’architettura "esperienziale".

 

Insieme ai colleghi di studio ha manifestato sulla stampa locale obiezione di coscienza al recente condono edilizio, rifiutando di assumere incarichi professionali in proposito.

Sostiene la necessità di creare spazi fisici e virtuali in cui i progettisti possano dar conto delle proprie ricerche e dei lavori in corso, al fine di creare un mercato del lavoro basato sul merito e sulla professionalità.

 

È associato ASSIRCO - Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni - e Socio, nonché Membro del Comitato Scientifico, di UnionTuscia™ - L'Unione degli Imprenditori della Tuscia Romana™.